Tiscali

Recensione Metal Gear Solid 2: Substance

Fabrizio CirilloDi Fabrizio Cirillo (13 marzo 2003)
Metal Gear Solid 2: Substance - Immagine 1
Il mito di Solid Snake ha rappresentato per diversi anni un icona del successo targato Sony. Partendo infatti dal primo Metal Gear Solid e proseguendo con MGS Vr Mission, Hideo Kojima è stato in grado di fare quello che nessun altro prima di lui era riuscito a fare: fondere l'azione di un videogame alla trama ed al coinvolgimento tipici dei grandi film.
Partendo da questa base fu proprio lo stesso Kojima a decidere di ritardare l'uscita di Metal gear Solid 2 (inizialmente previsto per PSX) convinto del fatto che la PSX non avrebbe potuto assecondare le idee dello stesso produttore che pensava a Sons Of Liberty come un vero e proprio film interattivo. E così è stato, al punto tale da far diventare in brevissimo tempo SOL uno dei best seller di sempre. Partendo da questi presupposti, il buon kojima ha deciso quindi di far ';emigrare' il suo prodotto anche su console differenti da quelle targate Sony, riproponendo una versione più aggiornata di SOL che uscita sotto il nome di Substance farà la felicità di quanti non poterono godere in prima persona di un prodotto di tale fattura.
Metal Gear Solid 2: Substance - Immagine 2
Metal Gear Solid 2: Substance - Immagine 3
Metal Gear Solid 2: Substance - Immagine 4
Snake o Raiden ?

Dopo aver in parte deluso i fans di Snake con la scelta di affidare a Raiden il ruolo di protagonista di Sons Of Liberty, era quantomeno lecito attendersi (anche in virtù delle voci che da tempo circolavano al riguardo) che Substance registrasse il ritorno dell'eroe della Foxhound in un ruolo più consono alla sua fama. Il team di sviluppo della Konami ha invece difeso la propria scelta relegando ancora una volta il ';Serpente' ad un ruolo tutto sommato marginale.
Anche Substance vede dunque Raiden come protagonista, mandato ancora una volta in missione sulla piattaforma petrolifera Big Shell con il delicato compito di salvare il presidente dalle mani di un gruppo di terroristi. Il nuovo membro Foxhound si troverà ben presto vittima di una macchinazione del gruppo dei Sons Of Liberty in cui i frequenti colpi di scena ed il viaggio introspettivo del personaggio saranno il fulcro attorno al quale si svilupperà l'intera trama.

La modalità di gioco principale riprende quindi integralmente le vicende già vissute in Sons of Liberty, a cui vanno comunque ad aggiungersi alcune features del tutto inedite. La novità più importante del gioco è certamente rappresentata dall'inserimento nel gioco della realtà virtuale, la stessa utilizzata da Snake - ma anche da Raiden - per l'addestramento. Di fatto avrete a disposizione ben 350 differenti missioni in realtà virtuale e ben 150 missioni alternative, queste ultime con Snake come protagonista. L'eroe della Foxhound non si limiterà al solo combattimento in Vr mission considerando il fatto che, per venire incontro a quanti chiedevono di vedere Snake finalmente in azione, il team di sviluppo ha creato una particolare modalità di gioco chiamata Tales.
Attraverso le Tales sarà infatti possibile rivivere con l'eroe del primo MGS alcune situazioni di gioco ambientate all'interno della stessa Big Shell e che vi porteranno dalle classiche azioni di infiltrazioni fino a pazze corse in Skate. Non mancheranno anche qui alcune features aggiuntive tra cui spicca in particolare la possibilità di usare,finalmente, personaggi carismatici del calibro di Ninja.
Metal Gear Solid 2: Substance - Immagine 5
Metal Gear Solid 2: Substance - Immagine 6
Metal Gear Solid 2: Substance - Immagine 7
12
0 commenti