Pagina 58 di 125 PrimaPrima ... 848565758596068108 ... UltimaUltima
Risultati da 571 a 580 di 1242

Discussione: Tennis

  1. #571
    Mmmh... no, I think not. L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,780

    Predefinito

    E seconda vittoria stagionale per Seppi, che sale al numero 22 in classifica, il suo best ranking. Finale dipesa parecchio dalla risposta di Seppi nel secondo set: non appena ha cominciato a rispondere meglio alla prima di Bellucci (l'unico colpo decente che il brasiliano ha in indoor), il brasiliano ha sciolto completamente, pur servendo per ben due volte per il torneo. Nel terzo Bellucci non ne aveva più, Seppi ha infilato un parziale di 4 giochi a zero e fine della storia.
    Come a Belgrado, Seppi ha avuto un tabellone da challenger: prima un bye, poi due avversari mediocri, poi semifinale addirittura contro Jaziri (ora fuori dai primi 100, e arrivato per la prima volta in semi in un ATP grazie ad un tabellone ridicolo) e finale contro Bellucci. Cioè contro un terraiolo. In un torneo indoor.
    Poi oh, rispetto a qualche anno fa Seppi è ormai un altro giocatore: trova più angoli col dritto, serve meglio (la seconda di servizio è quasi da tennis maschile, prima era peggio di quella della Dementieva ), e sopratutto è mentalmente molto più centrato. Vince molte più partite alla sua portata, un match come la finale di Mosca qualche anno fa l'avrebbe perso su due piedi.

    Altro tennis quello giocato a Stoccolma tra Tsonga e Berdych, mentre a Vienna vince Del Potro. Ferrer che sta davanti nel ranking a questi tre è qualcosa fuori da questo mondo...

  2. #572
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Red Visualizza Messaggio
    E seconda vittoria stagionale per Seppi, che sale al numero 22 in classifica, il suo best ranking. Finale dipesa parecchio dalla risposta di Seppi nel secondo set: non appena ha cominciato a rispondere meglio alla prima di Bellucci (l'unico colpo decente che il brasiliano ha in indoor), il brasiliano ha sciolto completamente, pur servendo per ben due volte per il torneo. Nel terzo Bellucci non ne aveva più, Seppi ha infilato un parziale di 4 giochi a zero e fine della storia.
    Come a Belgrado, Seppi ha avuto un tabellone da challenger: prima un bye, poi due avversari mediocri, poi semifinale addirittura contro Jaziri (ora fuori dai primi 100, e arrivato per la prima volta in semi in un ATP grazie ad un tabellone ridicolo) e finale contro Bellucci. Cioè contro un terraiolo. In un torneo indoor.
    Poi oh, rispetto a qualche anno fa Seppi è ormai un altro giocatore: trova più angoli col dritto, serve meglio (la seconda di servizio è quasi da tennis maschile, prima era peggio di quella della Dementieva ), e sopratutto è mentalmente molto più centrato. Vince molte più partite alla sua portata, un match come la finale di Mosca qualche anno fa l'avrebbe perso su due piedi.

    Altro tennis quello giocato a Stoccolma tra Tsonga e Berdych, mentre a Vienna vince Del Potro. Ferrer che sta davanti nel ranking a questi tre è qualcosa fuori da questo mondo...

    Non c'è dubbio.
    edit
    Il sistema punti ATP,andrebbe rivisto.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  3. #573
    Mmmh... no, I think not. L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,780

    Predefinito

    Il problema è nel tennis, Ferrer sta davanti a questi tre soltanto con la costanza di rendimento... in carriera (ma anche quest'anno) non ha mai avuto picchi di rendimento simili ai tre che lo seguono... quest'anno poi ha battuto due soli top ten, Murray sulla terra e Tisparevic. Su 77 match giocati.

    Riprendendo un discorso su gente che si ritira, ieri c'è stato l'ultimo match professionistico di Ferrero, a Valencia. Ferrero è stato uno dei più inspiegabili fenomeni di un'era di per sè incredibilmente mediocre: tra i più forti sulla terra battuta, vincitore del Roland Garros e addirittura numero 1 del mondo nel 2003, una sorta di ectoplasma per tutto il resto della sua carriera, tanto che è uscito dai top ten nel 2004 e non ci è più rientrato, vincendo solo qualche torneino su terra battuta e qualche partita di un certo peso ogni 2-3 anni. 8 anni a galleggiare, senza più neanche avvicinare uno status già toccato.
    E' il sesto ritiro di un certo peso, quest'anno: si erano già ritirati Clement, Schuettler, Gonzalez, Ljubicic e Roddick. I primi tre sono stati finalisti slam, il quarto è stato numero 3 del mondo (forse il peggiore numero 3 di sempre), Roddick invece lo si conosce, è stato numero 1, vincitore di uno Slam e zerbino preferito di Federer. Tutti esponenti di un periodo davvero buio di questo sport, che da Sampras (1971) a Nadal (1986) ha prodotto un solo tennista capace di vincere più di tre slam (che non sono certamente pochi, ma ancora più certamente non sono molti). Che infatti non a caso ne aveva già vinti 12 a 26 anni

    Una roba così mediocre che io, pur avendo cominciato a seguire il tennis proprio in quel periodo, non vedo l'ora che si ritirino anche gente come Hewitt, Haas, Blake, Davydenko, Nalbandian etc. Tennisti che al loro picco e/o al loro best ranking sono stati probabilmente i peggiori di sempre (o degli ultimi 20 anni, per quello che cambia) ad occupare quella posizione o a vincere il torneo più importante per loro e tutta gente che a questo sport (e a chi non è suo tifoso) non ha più nulla da dare da anni. Una generazione mediocre che rimpiangeranno in pochi, ma che sta ancora lì attaccata con i denti: all'ultimo Roland Garros c'è stato un record di over 30 in tabellone, ed erano tennisti per la maggior parte mediocri ora e appena discreti prima.
    Ultima modifica di Red; 24-10-2012 alle 17:23

  4. #574
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Red Visualizza Messaggio
    Il problema è nel tennis, Ferrer sta davanti a questi tre soltanto con la costanza di rendimento... in carriera (ma anche quest'anno) non ha mai avuto picchi di rendimento simili ai tre che lo seguono... quest'anno poi ha battuto due soli top ten, Murray sulla terra e Tisparevic. Su 77 match giocati.

    Riprendendo un discorso su gente che si ritira, ieri c'è stato l'ultimo match professionistico di Ferrero, a Valencia. Ferrero è stato uno dei più inspiegabili fenomeni di un'era di per sè incredibilmente mediocre: tra i più forti sulla terra battuta, vincitore del Roland Garros e addirittura numero 1 del mondo nel 2003, una sorta di ectoplasma per tutto il resto della sua carriera, tanto che è uscito dai top ten nel 2004 e non ci è più rientrato, vincendo solo qualche torneino su terra battuta e qualche partita di un certo peso ogni 2-3 anni. 8 anni a galleggiare, senza più neanche avvicinare uno status già toccato.
    E' il sesto ritiro di un certo peso, quest'anno: si erano già ritirati Clement, Schuettler, Gonzalez, Ljubicic e Roddick. I primi tre sono stati finalisti slam, il quarto è stato numero 3 del mondo (forse il peggiore numero 3 di sempre), Roddick invece lo si conosce, è stato numero 1, vincitore di uno Slam e zerbino preferito di Federer. Tutti esponenti di un periodo davvero buio di questo sport, che da Sampras (1971) a Nadal (1986) ha prodotto un solo tennista capace di vincere più di tre slam (che non sono certamente pochi, ma ancora più certamente non sono molti). Che infatti non a caso ne aveva già vinti 12 a 26 anni

    Una roba così mediocre che io, pur avendo cominciato a seguire il tennis proprio in quel periodo, non vedo l'ora che si ritirino anche gente come Hewitt, Haas, Blake, Davydenko, Nalbandian etc. Tennisti che al loro picco e/o al loro best ranking è stata probabilmente il peggiore di sempre (o degli ultimi 20 anni, per quello che cambia) ad occupare quella posizione o a vincere il torneo più importante per loro e tutta gente che a questo sport (e a chi non è suo tifoso) non ha più nulla da dare da anni. Una generazione mediocre che rimpiangeranno in pochi, ma che sta ancora lì attaccata con i denti: all'ultimo Roland Garros c'è stato un record di over 30 in tabellone, ed erano tennisti per la maggior parte mediocri ora e appena discreti prima.
    Si il sistema premia il rendimento,ahimè.
    Sul resto,micidiale.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  5. #575
    Gurren-Dan L'avatar di Marco ¬¬
    Data Registrazione
    Thu Nov 2002
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    6,306

    Predefinito

    E' vero, il problema è che dietro i giocatori attuali non ci sono ricambi degni di nota, i giovani non sembrano essere niente di che, raonic è un buon giocatore, ma non so quanto diventerà forte, mi sembra troppo alto e legato al servizio, e gli altri giovani fanno abbastanza pena, dimitrov, tomic, harrison... Sono molto in ritardo. Quindi si prospettano ultieriori tempi bui se non esce fuori qualcuno che potrà essere un sostituto valido dei primi del mondo attuali fra qualche anno

  6. #576
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    E Quinzi?
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

  7. #577
    The Man Without Fear L'avatar di Daredevil
    Data Registrazione
    Sun Nov 2005
    Località
    Hell's Kitchen
    Messaggi
    15,771

    Predefinito

    E approfittiamone. Ci diamo tutti al tennis e dato il livello saremo la prossima top ten

  8. #578
    Gurren-Dan L'avatar di Marco ¬¬
    Data Registrazione
    Thu Nov 2002
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    6,306

    Predefinito

    Eheh
    Quinzi non lo so, l'ho visto giocare una sola volta, troppo poco, non mi è piaciuto un granchè e mi sembra abbia un gioco troppo orientato alla terra e poco sul rapido con un dritto molto arrotato e poco penetrante con preparazione piuttosto ampia. Però andrebbe visto più volte e non seguo molto i suoi risultati, anche se credo siano i migliori per un giovane italiano al momento
    Ultima modifica di Marco ¬¬; 25-10-2012 alle 16:22

  9. #579
    Mmmh... no, I think not. L'avatar di Red
    Data Registrazione
    Fri Nov 2002
    Messaggi
    6,780

    Predefinito

    Quinzi è il classico baseliner, del resto difficilmente poteva uscire qualcosa di diverso per uno che fa la spola tra Bollettieri e l'Argentina. L'ho visto in finale al Bonfiglio qualche mese fa, mi è sembrato quasi un giocatore fatto e finito. Margini di miglioramento pochini (anche se a rete ha la mano quadra), tra dritto e rovescio non so quale sia il colpo migliore, forse il rovescio è il colpo più solido. Mentalmente mi pare solido (a 16 anni vince già partite nei futures con una certa continuit&#224. A sto punto dipende da quanto crescerà fisicamente (in condizione fisica, ovviamente, come corporatura già ci siamo).
    Poi va beh, aspetterei che si ritirino Nadal e Djokovic prima di piangere lacrime amare, anche se l'unico che poteva combinare qualcosa quest'anno era Tomic (che l'anno scorso, a 18 anni, ha fatto quarti a Wimbledon partendo dalle quali), che ha sbagliato completamente programmazione... Raonic ed Harrison comunque sono futuri vincitori di slam, Dimitrov può fare dei bei colpi e delle belle partite 3-4 volte l'anno.

    Citazione Originariamente Scritto da Daredevil Visualizza Messaggio
    E approfittiamone. Ci diamo tutti al tennis e dato il livello saremo la prossima top ten
    Sì certo, vai avanti tu, io ti seguo

  10. #580
    solid L'avatar di enzo680
    Data Registrazione
    Fri Mar 2009
    Località
    "casa del gaudio"
    Messaggi
    7,520

    Predefinito

    @ Red e Marco.
    Purtroppo e lo sottolineo,anche a me stò Quinzi non mi ha lasciato entusiasta,speravo di sbagliarmi,però già il fatto che vince partite nei futures mi fà sperare quantomeno che il nostro schifoso tennis,possa aver trovato un GIOCATORE VERO NON UN MEZZO GIOCATORE.
    "Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste".
    cit M.L.KING

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •