Pagina 26 di 42 PrimaPrima ... 16242526272836 ... UltimaUltima
Risultati da 251 a 260 di 420

Discussione: DbNa

  1. #251
    Member L'avatar di Sheila
    Data Registrazione
    Sat Jun 2009
    Messaggi
    105

    Predefinito

    che suspance......non vedo l'ora di sapere come continua ^_^

  2. #252
    Senior Member L'avatar di veggy fan
    Data Registrazione
    Tue Nov 2008
    Messaggi
    274

    Predefinito

    $kҸ ฿ŁΔÇk ϟ più che altro mi sono rifatta a un controsenso di db. Com'è che gli spettri dovrebbero avere la forma di una fiammella e invece ogni tanto ce li ritroviamo con il loro vero aspetto nonostante non abbiano ricevuto il corpo da Re Yammer? A questa strana prassi non si è sottratto nemmeno Vegeta. Perciò, ho pensato che possa dipendere da un profondo atto di volontà e nel caso del principe dei saiyan dovuto all'attaccamento alla 'sua donna'. Spero di essere stata esaustiva ^^.

    Sheila, così viene voglia anche a me di proseguire XD. Grazie ancora per la costanza nel seguire questa storia ^_^.
    La mia ff sul forum DbNa Un ritorno inatteso
    http://gamesurf.tiscali.it/forum/sho...10#post1697710

  3. #253
    Senior Member L'avatar di veggy fan
    Data Registrazione
    Tue Nov 2008
    Messaggi
    274

    Predefinito

    Cap.5 Odion II°parte

    “Non c’è speranza in questo luogo. Non c’è felicità, libertà, niente. Sono solo, circondato dall’oscurità e da ombre. Qui non può esiste altro che dolore. Un dolore dello spirito che si trasforma in dolore fisico e non c’è altro. Soffri, temi e tremi, non puoi fare altro e lo stesso vale per tutti credo. Smetti di essere te stesso e non ricordi più nulla, come se non fossi mai esistito. Eppure soffri guardando i ricordi che ti hanno segnato nel cammino che ti ha condotto fino a qui. Li guardi da fuori, ma vorresti farli smettere. Capisci gli errori che ti hanno fatto meritare questa fine e piangi una vita ingiusta. Penso che chiunque impazzirebbe o si lascerebbe trascinare via dall’oblio. Le voci degli spettri di coloro che hanno perso la vita a causa della tua mano ti circondano. Le tue colpe ti giudicano nelle loro accuse. Eppure per me è diverso. E’ come se non mi toccassero più ormai. Non ricordo chi sono, ma sono sicuro di avere già espiato per questo. Miracolosamente non ho smesso di sognare, miracolosamente non ho riesco a non sperare. Sono convinto che da qui me ne andrò. Dolore, solo dolore, non riesco a muovermi. Eppure non cedo. Penso che non dovrei nemmeno avere un corpo, eppure c’è l’ho. Paura però ne ho. Ho paura di me, ho paura di giocarmi la possibilità di fuga. In questo silenzio però c’è una voce. Sento la voce di una creatura indefinibile, femminile a cui posso solo abbinare il colore del cielo. E’ un passo accanto a me. Mi sembra che ad udirla, io ricordi. Non so ancora chi sono, eppure tanti piccoli dettagli mi giungono. In questo luogo di dolore e solitudine, mi danno coraggio, mi accompagnano allontanando gli spiriti inquieti in cerca di vendetta. Mi ricordo che il vestito più bello di mia madre era nero, come una rosa non ancora appassita. Mi ricordo i suoi occhi, sembravano di giada. Mi ricordo che ho sempre invidiato gli altri bambini che potevano giocare tra di loro, a me era vietata la compagnia degli altri bambini. Mi ricordo di non avere mai avuto giocattoli, ma ricordo il primo che ricevette mio figlio. Mio figlio. Se solo riuscissi a ricordalo. Ricordo il suo nome: Trunks, ma non riesco a rivedere il suo viso. Al suo posto mi vengono in mente dei fiori lilla, così delicati, eppure in grado di resistere al vento più forte. Non ricordo chi sono, ma ho come l’impressione che sia la cosa meno importante. Se penso a me, penso a questo luogo di solitudine e io devo fuggire. Se solo riuscissi a controllare il mio corpo, se l’ho mantenuto ci deve essere un motivo. Un tonfo. Gli spiriti accanto a me sono inquieti. “Nel limbo non può entrare nessuno. Meritiamo la nostra vendetta!”gridano agitandosi come una tempesta. “No, non più. Re Yammer ha deciso che sia libero. Lo ha deciso tanto tempo fa”risponde la figura. Risplende di luce e non riesco a guardarla. In questo luogo di sola oscurità non può esserci una creatura così. Io ormai sono abituato alla tenebra, sono lame che mi colpiscono, chiudo gli occhi per un attimo. “E’ venuto qui di sua spontanea volontà. Ha deciso”rispondono allora i padroni di questo luogo. Ho la netta sensazione che la mia opinione non valga. Eppure lo dico lo stesso e mi stupisco di saper ancora parlare. “Voglio andarmene. Potete portarmi via?”. Il mio tono vorrebbe essere gentile, però temo diventi una supplica. Che strano mi importi di questo. Non ricordo ancora niente di me, ma tra i frammenti dei miei pensieri ricordo che un tempo, anche se fin troppo lontano, ero un tipo educato. Eppure prima di finire qui dovevo essere anche un tipo orgoglioso, se il mio orgoglio mi ha seguito fin qui. Gli spettri urlano alle mie parole. Non vogliono che la loro preda scappi. Aggrediscono in massa quella fonte di luce, che dalla voce si direbbe un uomo. Non riesco a non temere per lui. In fondo se gli succederà qualcosa sarà stato per salvare me. Sperò che non rimanga anche lui imprigionato in questo luogo. Qui c’è solo dolore. Pian piano altri sentimenti però mi giungono. Difatti resto esterrefatto quando vedo che quelle creature gli scivolano addosso senza potergli fare del male. “Non possiamo attaccarlo. E’ un innocente dal cuore puro. Dobbiamo ritirarci”dicono spaventati gli spettri. “Non credere tu. Un giorno o l’altro avremo la nostra vendetta eterna”mi dice uno di loro svanendo. La creatura di luce poi si volta verso di me. Mi faccio scudo con i braccio, ma man mano mi abituo a quella luce. “Vieni. Ti riporto a casa”mi dice sorridendo. Riesco infatti a vedere un sorriso, grande e ingenuo. I suoi occhi sono verdi, ma non credo di averne mai visti di così tranquilli, ma forse è soltanto perché non ricordo. “Mi puoi portare veramente via di qui?”. Temo di essere io l’ingenuo. Lui si avvicina. Credo che abbia capito che non riesco a muovermi. Mi aiuta a rimettermi in piedi e solo allora mi accorgo che ero rannicchiato per terra. “Chi sei?”chiedo allora. Voglio conoscere il nome del mio salvatore. “Per tutti Goku, ma tu chiamami Kakaroth”dice scherzando. Sì, dovevo essere proprio orgoglioso visto che mi sento offeso. “Credo che nella mia lingua significhi: “Ultima speranza”. O almeno credo, non ricordo quasi nulla”gli dico cercando inutilmente di ricordare. Lui sorride come se gli avessi detto un segreto bellissimo. “Stai tremando. Hai freddo?”mi chiede gentilmente e mi accorgo che l’aura dorata intorno a lui emana calore. Mi parla come si fa a un bambino piccolo e il mio orgoglio si fa nuovamente risentire. Non mi interessa. Costui mi ha salvato, faccia come meglio crede. “Questo luogo è freddo come il ghiaccio e oscuro come la notte più nera. Non sento altro che disperazione. Credo che sia peggio che avere freddo”dico tranquillo, in fondo è la verità. Mi pento di averlo fatto subito dopo. Non volevo preoccuparlo. “Tieniti alla mia spalla”mi dice e io obbedisco. Lo vedo mettersi due dita della mano destra sulla fronte e ci troviamo in altro luogo. “Aha!”urlo. C’è troppa luce qui. Con il movimento improvviso metto a dura prova le mie gambe che non mi reggono e cado seduto per terra. “Tutto bene?”mi chiede l’essere di luce. O almeno era così prima. Ha cambiato aspetto. Ora sembra un uomo normale, con gli occhi e i capelli neri. Il sorriso però è lo stesso e anche la voce. “Dove sono?”chiedo guardandomi intorno. Sembra un gigantesco prato fiorito. C’è un gruppetto di gente che mi guarda. Un vecchio, due donne dai capelli neri e una creatura bellissima. Potrei stare ore a guardarla. Deve essere lei quella che sognavo. Ha i capelli e gli occhi azzurri. “Spostati Goku. Ci penso io a fargli tornare la memoria”dice una voce sgraziata. Solo allora mi accorgo di una vecchia che mi si avvicina a cavalcioni di una sfera. “Una strega! Non mi riporterai indietro dagli spiriti”dico indietreggiando. Da quello che ricordo so che le streghe sono pericolose. “Stai tranquillo Vegeta”dice lei con un sorriso sgangherato. La sfera si illumina e i ricordi tornano attraverso quel lampo”.


    “Baba c’è riuscita e non ci metto molto a capirlo. Il suo sguardo torna quello serio di sempre, anzi direi che è più seccato del solito. Chissà forse non è a suo agio, forse non voleva farsi vedere così fragile proprio davanti a me, ma non può essere solo questo. “Avete sbagliato a riportarmi indietro. Odion è ancora in giro”dice serio, mentre ci guada accigliato. “Non vorrai tornare la dentro, spero?”dice Bulma e lo vedo a disagio. Avrà notato le lacrime che sono ancora agli angoli degli occhi di Bulma e si sentirà in colpa.
    Anche qui però c’è una seconda motivazione. Leggo per un attimo la paura nei tuoi occhi e non ti posso dare torto. Sai, tutte e due le volte che sei stato nell’aldilà, tornando mi dicevi che non potevo capire quanto era terribile. Avevi ragione. Prima di ora non aveva mai capito cosa avessi passato. Quello che ho trovato in quel luogo non era il principe dei saiyan, il mio amico Vegeta. Sembravi un bambino spaventato e per un attimo anch’io mi sono sentito spaesato. Quel luogo era diverso da ogni altro luogo in cui sono stato. Era freddo come tutte quelle notti da solo in quei sette anni lontano da casa. Mi sentivo come quando da bambino sono rimasto solo senza il mio nonnino. Non c’erano bei pensieri e se non avessi avuto un buon motivo e l’ausilio del supersaiyan non sarei resistito. Mi hanno detto che ero innocente, eppure da quando sono entrato nelle mie orecchie non risuonava altro che l’urlo dell’Oozaru che ha eliminato il mio amato nonno. Forse se in tutti questi anni tutti, compreso tu, non mi avessero detto che era successo al di fuori della mia volontà, oggi io sarei rimasto bloccato lì dentro con te. Una volta mi hai parlato di un tizio di nome, forse, Lucrezio. Perciò non dire poi che non ti ascolto. Mi hai detto che tra le tante cose che ha scritto nel suo libro, “De Rerum” “qualcosa che centra con la natura”, una ti è rimasta particolarmente impressa. L’hai recitata a memoria, visto che in latino non sei tanto ferrato, pensa io. Hai detto che descriveva l’uomo appena nato come un naufrago, proiettato dal mare contro la sua volontà sulle spiagge della luce, incapace di muoversi o parlare, indifeso. Non ricordo se fosse esattamente questo, ma devo dire che è stata esattamente l’impressione che mi hai fatto tu. No, non troveresti il coraggio di rientrare in quel luogo, mi stupisce tu l’abbia già trovato una volta. Anche se fossi così folle ti prometto che non ti farò mai più tornare la dentro. Lo sai, io le promesse le mantengo sempre”.
    La mia ff sul forum DbNa Un ritorno inatteso
    http://gamesurf.tiscali.it/forum/sho...10#post1697710

  4. #254
    Member L'avatar di Sheila
    Data Registrazione
    Sat Jun 2009
    Messaggi
    105

    Predefinito

    XD XD XD che bello mi è piaciuta molto questa seconda parte ......brava complimenti ^_^

  5. #255

    Predefinito

    WoW questa parte bellissima Veggy Fan!! *__* soprattutto quella in cui parla Vegeta... deve essere dolcissimo spaesato come un bambino *.*
    Vuoi rimanere? Perch fa male, male, male da morire.. senza te! /Tzn.


  6. #256
    Senior Member L'avatar di veggy fan
    Data Registrazione
    Tue Nov 2008
    Messaggi
    274

    Predefinito

    Bene Sheila, questo è l'importante. ^^.

    $kҸ ฿ŁΔÇk ϟ tu e Sheila mi lusingate ^_^. Eh sì, anche a me ha fatto una tenerezza incredibile. Temo possa risultare Ooc, ma io penso che in una situazione particolare come questa, le reazioni possano essere molto diverse da quelle che uno si possa aspettare. Io penso che nonostante l'addestramento da mercenario, Vegeta rimanga un vero principe.
    La mia ff sul forum DbNa Un ritorno inatteso
    http://gamesurf.tiscali.it/forum/sho...10#post1697710

  7. #257
    Senior Member L'avatar di veggy fan
    Data Registrazione
    Tue Nov 2008
    Messaggi
    274

    Predefinito

    Cap.6 Rimpatriata


    Lo odio questo posto. Ci siamo riuniti tutti in un caseggiato bianco a molte stanze dove si riunivano mio padre, Bardack e tutti gli altri soldati di fiducia per le grandi decisioni. Forse non è il posto che odio, forse è ben altro che mi da fastidio. Non sono un tipo geloso. O meglio con Bulma lo sono, ma qui si parla di una gelosia diversa. Quando vedo gli altri felici e io ne sono escluso non me la prendo, sono diverso, non sono al mio posto. Al contrario questo è il mio mondo, il mio passato e scoprire di non fare più parte nemmeno di tutto quello che consideravo casa e a cui mi aggrappavo rispettandone ancora regole, leggi e comportamenti, mi fa sentire strano. Kakaroth è riuscito a contaminare i due mondi e non si fa scrupoli ad abbracciare la sua intera famiglia. Mi chiedo come faccia. Lui che un tempo ripeteva di non essere nemmeno saiyan, adesso sembra la creatura più felice nell’universo. Nonostante siano tutti saiyan orgogliosi e numerosi, quel pazzoide di Kakaroth è riuscito a convincerli. Non riesco a credere che persino quel tappo di Crilin sembri un’altra persona. Guardo di sottecchi Nappa che mi fa venire il voltastomaco perché è intento a baciarsi con la balia di Kamy. Non mi aspettavo si rimettessero insieme nell’aldilà. Non che mi interessi, non fraintendetemi, ma persino lui non mi presta alcuna attenzione e suppongo che uno spettro lo noterebbero di più. Che si faccia una famiglia sua, non sono più un moccioso, non ha più alcun dovere nei miei confronti. Persino gli altri hanno trovato qualcuno. Quelle strane figure che ho visto quando mi è tornata la memoria, erano sempre spiriti di morti, ma che nonostante siano dall’altra parte stavolta sono venuti negli inferi pur di incontrare le persone care. Ecco perché lì c’è la madre di Videl, con la figlia che commossa l’abbraccia e le presenta il marito Gohan, la figlia Pan e il nipote Vetrunks. Più in fondo c’è il famosissimo nonno Gohan, o meglio Goku l’ha reso tale presentandolo a tutti, che parla dolcemente con Baba. Da quello che ho capito quando il padre adottivo di Goku era giovane e veniva allenato insieme a Yuma da Muten, quella vecchia strega era bellissima e nonostante ora sia vecchissima il nostro furbone le sta facendo la corte. Chichi e Goten stanno parlando con la madre della moglie di Goku, anche lei in lacrime, tra baci e abbracci. Perché non riesco a dire come al solito che tutto ciò mi fa schifo e mi rivolta lo stomaco? Forse perché invidio mia moglie e i miei figli che parlano animatamente con mia madre e vorrei fare come loro? Junior è in un angolo. Non credevo che il namecciano potesse essere triste, ma sebbene sia arrabbiato con il mondo, ha lo sguardo basso e si strofina il collo. Accidenti, non è un comportamento diverso dal mio. Vuoi vedere che il muso verde pensa le stesse cose che mi frullano in capo tormentandomi? Anche lui è solo e in questa rimpatriata generale non ha una famiglia a cui tornare. Sono uno stupido. Lui davvero non può anche se vorrebbe, il mio è solo orgoglio. E’ tempo che mi riprenda la mia famiglia e per fare questo devo convincere un vecchio orso più cocciuto e orgoglioso di me. Cammino a passo di marcia e mi fermo davanti a mio padre. “Dove possiamo parlare da soli?”chiedo duro. Lui mi guarda confuso, ma nonostante tutto sempre altero e mi indica una stanza. Persino adesso è parecchio più alto di me. Perché ho dovuto prendere l’altezza minuta da mia madre? Perché?!! Mi porta in una stanza insonorizzata. Quella in cui si studiano i piano segreti delle battaglie. “Cosa vuoi dirmi figlio?”. Ecco. Tutti la fuori usano i tono informali come figliolo, papà, mamma e a me tocca essere formale per par condicio. “Volevo farvi vedere una cosa padre”dico serio e mi concentro. Meno male che la stanza è insonorizzata o a questo mio urlo potente tutti accorerebbero preoccupati e io non potrei più parlare con il qui presente re. I miei capelli si tingo d’oro, i miei occhi diventano verdi, mentre posso finalmente mostrare a mio padre l’oro della leggenda. Lui mi guarda a bocca aperta. Quando ho finito la trasformazione lui resta immobile, semplicemente mi fissa. Non mi aspettavo che fosse orgoglioso di me, che mi facesse qualche complimento, ma non credevo che non avrebbe fatto proprio niente. Perché infatti, dopo la sorpresa ritorno composto, impassibile. Per una buona parte della mia vita ho cercato di essere il più forte, di raggiungere questo stadio solo per renderlo felice e ora mi accorgo che non è servito. Non capisco. Cosa vuole da me ancora? Forse ha saputo che Goku per tantissimo tempo è stato molto più forte di me, ma ora siamo pari. Evidentemente la mia vita non è come quella che lui avrebbe voluto. Dovevo immaginarlo, ho perso mio padre, perché non tornerò sui miei passi, la mia vita ormai l’ho decisa. “E’ tutto?”mi chiede lui. “Sì”rispondo incolore. Avevo dimenticato quanto so nascondere bene ciò che provo. Mi volto e faccio per uscire. “E’ vero che possiedi il potere reale?”mi chiede mio padre bloccandomi. “Sì”rispondo secco. Che gliene importa? Anche se dopo questa rivelazione mi dicesse che è fiero ormai è troppo tardi. Crescendo mio figlio Trunks ho capito che l’affetto non viene dai suoi meriti. Io gli voglio bene così com’è. Lo apprezzo nonostante i difetti, nonostante gli sbagli, nonostante tutto. Quando riesce a fare qualcosa che mi rende orgoglioso non sono felice solo perché si è dimostrato il migliore, ma sono felice perché lui lo è. “Mi dispiace”ecco cosa dice invece il mio particolare genitore. Mi volto. Adesso sono io sorpreso. Ci capisco sempre meno. Lo guardo interrogativo aspettando ulteriori delucidazioni. “Non è un potere, è una maledizione”aggiunge e posso dirmi assolutamente d’accordo una volta tanto. Forse se gli dispiace allora gli interesso. “Jr. è colpa mia…”comincia. A parte l’occhiataccia per lo jr., resta il dubbio. “Io ho permesso che si potesse manifestare attraverso il mio corpo. Non è colpa tua. E’ un potere che nasce dal cuore, non dall’ira, a cui una volta ho aperto le porte per proteggere le persone che amavo condannandomi”spiego invece io e una volta tanto sono completamente sincero. “No. A dire la verità si è manifestato la prima volta quando eri in fasce. Sei nato con un potere combattivo pari a due e io infuriato me la sono presa con tua madre. Urlavo come un folle, finché anche tu non hai cominciato a piangere e mentre il potere si accendeva sulla fronte hai raggiunto un livello pari a 1000 e per un attimo hai levitato. Se quel giorno non fosse successo sarebbe andato tutto a posto. Freezer cominciò a interessarsi a te quel giorno stesso, perché lui aveva visto tutto”mormorò mio padre e per un attimo vidi la sua corazza inchinarsi. Era affranto ed evidentemente il rimorso se lo era mangiato vivo in tutti questi anni. “Quello che è stato è stato. Nemmeno io sono un santo. Ho fatto innumerevoli errori. La vita mi ha insegnato che si può sempre cambiare”dico saggiamente poggiandogli una mano sulla spalla. Procedimento alquanto difficile visto la differenza di altezza. “D’accordo solo se mi chiami papà”mi dice con un sorriso alquanto spaventoso. Ho capito da chi ho ereditato il mio ghigno. “Però non in pubblico”aggiungiamo insieme quasi come un sol uomo. Sì, da lui ho ereditato anche l’orgoglio.



    “Avevo detto che ad affrontare Odion ci andavo solo io”mi lamento inferocito. “Mi dispiace. Gli altri possono anche ascoltarti quando ordini qualcosa, io no”mi risponde Kakaroth ridacchiando. In questi momenti vorrei eliminarlo. Non mi interessa se Goku è amato da tutti, alle volte è la creatura più odiosa mai apparsa sulla faccia della Terra. Però lo ammetto, sono felice che stia venendo, non mi andava di sfidare quello scimunito da solo. Temo che abbia qualche bello scherzetto in serbo per noi.
    La mia ff sul forum DbNa Un ritorno inatteso
    http://gamesurf.tiscali.it/forum/sho...10#post1697710

  8. #258

    Predefinito

    xD io a Goku lo ammazzerei cos come lo vorrebbe Vegeta... xD
    (VAFFANC**O KAKAROTH!!!! )

    che bello che Veggy ha chiarito con suo padre =) I'm happy =D
    Vuoi rimanere? Perch fa male, male, male da morire.. senza te! /Tzn.


  9. #259
    Member L'avatar di Sheila
    Data Registrazione
    Sat Jun 2009
    Messaggi
    105

    Predefinito

    bello bello Vegeta ha chiarito tutto con suo padre......brava continua cosi ^_^

  10. #260
    Senior Member L'avatar di veggy fan
    Data Registrazione
    Tue Nov 2008
    Messaggi
    274

    Predefinito

    $kҸ ฿ŁΔÇk ϟ ci sarà tempo per tentare di uccidere Goku, XP. Conoscendo Re Vegeta, questo è il massimo che poteva ottenere da lui hehh.

    Diciamo Sheila che era il minimo, dopo tutto quello che gli ho scatenato e gli scatenerò contro.
    La mia ff sul forum DbNa Un ritorno inatteso
    http://gamesurf.tiscali.it/forum/sho...10#post1697710

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •