Visualizza Risultati Sondaggio: Credete nalla Reincarnazione

Partecipanti
20. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Si

    4 20.00%
  • No

    10 50.00%
  • Neutro

    6 30.00%
Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 56

Discussione: "Reincarnazione"

  1. #21
    Arpeggio di La Minore. L'avatar di Kladion
    Data Registrazione
    Mon Feb 2007
    Località
    Fra Ponte e Manico.
    Messaggi
    636

    Predefinito

    La reincarnazione, che esista o no, non è possibile provarla scientificamente. Visto che è come quel che hai detto: nel momento in cui quell'anima diventa di un altro essere perde la coscienza dell'attuale soggetto.

  2. #22
    Moderatore Viandante L'avatar di IISNT
    Data Registrazione
    Tue Dec 2002
    Messaggi
    3,221

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Kladion Visualizza Messaggio
    La reincarnazione, che esista o no, non è possibile provarla scientificamente. Visto che è come quel che hai detto: nel momento in cui quell'anima diventa di un altro essere perde la coscienza dell'attuale soggetto.
    Appunto, ha senso parlare di reincarnazione anche se esistesse un anima se il soggetto viene comunque annullato? per questo mi sembra un assurdo... non vedo che importanza possa avere la base, la sostanza se perde la coscienza del primo soggetto... che differenza c'è se resta la base e cambia il contenuto o se la base viene distrutta e ne viene creata un altra? è praticamente uguale

  3. #23
    Senior Member L'avatar di Ssj 3
    Data Registrazione
    Sun Oct 2007
    Messaggi
    2,697

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da IISNT Visualizza Messaggio
    Ora, da questo punto di vista è chiaro che se l'anima esistesse e venisse usata per far vivere un altro essere perderebbe la coscienza precedente, annullando di fatto il primo soggetto.
    Ma non verrebbe usata per far vivere un nuovo essere (per essere non intendo un organismo fisico), il soggetto resta sempre lo stesso, solamente perde la memoria e si ritrova con un differente corpo, suppongo. Non viene annullato, eliminato o cose simili.

    Tutto ciò premettendo che non credo nella reincarnazione.
    Ultima modifica di Ssj 3; 14-04-2009 alle 00:03

  4. #24
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Ci credo parzialemente...
    Non so convinto al 100%! Ma una possibilità molto più sensata che non L'aldilà Dantesco!
    Citazione Originariamente Scritto da IISNT Visualizza Messaggio
    Potresti spiegarci quale ragionamento ti porta a credere in un ipotesi così assurda?


    È vero che non si può provare nè l'esistenza nè la non esistenza, però possiamo provare le condizioni umane di pensiero e da qui fare le analogie necessarie che ci permettono di rendere concepibile e credibile o meno una determinata questione
    Ebbene, sono praticamente nulli da questo punto di vista tutti i ragionamenti umani che possono giustificarla. In pratica nessun ragionamento umano può sostenere una simile ipotesi, mentre quasi tutti i ragionamenti validi smentiscono alla grande qualsiasi possibilità su un tale fenomeno...
    Mi spiego meglio: già è dubbia l'esistenza di un anima no? in quanto presuppone che le anime vengano create di continuo dal nulla e non possiamo fare nessuna analogia o riflessione in merito a questo. Aggiungiamo che la reincarnazione implica che quest'anima RESTI, non vi è una creazione dal nulla ma un riutilizzo della stessa anima. Ora, da questo punto di vista è chiaro che se l'anima esistesse e venisse usata per far vivere un altro essere perderebbe la coscienza precedente, annullando di fatto il primo soggetto.
    Questa te la sei sognata la notte vero?!
    Le anime sbucano dal nulla! Ma dai! Oddeo ma anche a essere atei! Anche a voler credere ai rettiliani!
    Una cosa del genere non si può dire! Dai! Da quando in un qua dal NULLA nasce QUALCOSA?

    Personalmente vedo l'anima come l'energia interiore che risiede in ogni cosa! Da un sasso ad un uomo, da un gatto ad un albero...
    E daltronde, chi può darmi torto quando sostengo che siamo tutti composti da energia?
    La reincarnazione altro non è che la mutazione di questa energia che passa da una forma all'altra! Una volta è un uomo, cambia, e viene assimilata in qualcos'altro, che a sua volta subisce dei cambiamenti e via dicendo in un ciclo infinito!

    Direi che in termini molto larghi la reincarnazione è già spiegata dalla decantata scienza come la "legge della conservazione dell'energia" secondo cui "Nulla si crea e nulla si distrugge! ma tutto cambia!"

    Anche l'anima rientra in questa legge! La differenza però sorge nel concetto di coscienza e penso sia questo il punto che mi lascia in dubbio!
    D'altronde la coscinza svanisce quando noi finiamo... o no? Se, nonostante l'energia continui imperturbabile il suo corso nella "reincarnazione", se la nostra coscieza non svanisse ma venisse in qualche modo "salvata"?
    Che ciò che si identifica con l'aldilà altro non sia che ciò che preserva le coscienze della soggettività, pur facendole rientrare in un ottica di Oggettività?
    In fondo è noto che Dio è in tutto e tutto è in Dio! Che sia questil senso?

    Hmm....

  5. #25
    Re-build L'avatar di Lorenzo GOV
    Data Registrazione
    Tue Oct 2006
    Località
    Wonderland
    Messaggi
    16,126

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ssj 3 Visualizza Messaggio
    Ma non verrebbe usata per far vivere un nuovo essere (per essere non intendo un organismo fisico), il soggetto resta sempre lo stesso, solamente perde la memoria e si ritrova con un differente corpo, suppongo. Non viene annullato, eliminato o cose simili.

    Tutto ciò premettendo che non credo nella reincarnazione.
    Alludi ad una sorta di "repetentia nostri" lucreziana, ovvero ad una sorta di dimenticanza di sè.

    Sta di fatto che comunque tra reincarnazione e non reincarnazione non campierebbe nulla, anche se appunto c'è solo un'interuzione della nostra coscienza.

    E poi, qualora esistesse un'anima e questa si reincarnasse, come si spiega il fatto che una volta esistevano 500.000 uomini, e oggi ce ne ritroviamo con più di 6 miliardi?

  6. #26
    SALVINI FOR PRESIDENT! L'avatar di jenny56
    Data Registrazione
    Sun Apr 2007
    Località
    In your nightmares!
    Messaggi
    12,679

    Predefinito

    Io non credo a niente! La vita è di qua...di là non c'è nulla! La reincarnazione è solo un'illusione come tante altre su questa terra!
    QUANDO QUESTO GOVERNO DI TOSSICI CADRA' LE SARDINE SPARIRANNO!

  7. #27
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lorenzo GOV Visualizza Messaggio
    E poi, qualora esistesse un'anima e questa si reincarnasse, come si spiega il fatto che una volta esistevano 500.000 uomini, e oggi ce ne ritroviamo con più di 6 miliardi?
    E cosa vieta all'anima di essere presente in altre creature?

  8. #28
    [p, xi, N(xi)] L'avatar di Il Nicco
    Data Registrazione
    Mon Apr 2007
    Messaggi
    5,171

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lorenzo GOV Visualizza Messaggio
    E poi, qualora esistesse un'anima e questa si reincarnasse, come si spiega il fatto che una volta esistevano 500.000 uomini, e oggi ce ne ritroviamo con più di 6 miliardi?
    Una volta c'erano più piante e animali, ovvio

  9. #29
    Moderatore Viandante L'avatar di IISNT
    Data Registrazione
    Tue Dec 2002
    Messaggi
    3,221

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ssj 3 Visualizza Messaggio
    Ma non verrebbe usata per far vivere un nuovo essere (per essere non intendo un organismo fisico), il soggetto resta sempre lo stesso, solamente perde la memoria e si ritrova con un differente corpo, suppongo. Non viene annullato, eliminato o cose simili.

    Tutto ciò premettendo che non credo nella reincarnazione.
    Se perde la memoria e riparte da zero è un essere diverso, c'è poco da fare.

    Le anime sbucano dal nulla! Ma dai! Oddeo ma anche a essere atei! Anche a voler credere ai rettiliani!
    Una cosa del genere non si può dire! Dai! Da quando in un qua dal NULLA nasce QUALCOSA?
    Infatti è assurdo e l'assurdità di una simile ipotesi era stata notata anche da Hume. Tuttavia cercare di giustificare l'esistenza dell'anima a un certo punto porta a supporre una tale creazione dal nulla, per non fare nomi: Cristianesimo
    Per ognuno che nasce secondo la morale cattolica si crea una nuova anima eterna e immortale. Se le anime non fossero sempre nuove e sempre immortali e eterne non potrebbe esistere la punizione dopo la vita terrena, nè il premio.
    Non è una mia invenzione, io non ci credo minimamente all'anima.
    La reincarnazione altro non è che la mutazione di questa energia che passa da una forma all'altra! Una volta è un uomo, cambia, e viene assimilata in qualcos'altro, che a sua volta subisce dei cambiamenti e via dicendo in un ciclo infinito!
    Bhe a questo punto anche gli atomi che formano il nostro corpo si reincarnano... diventano altro, chissà, un giorno alcuni potrebbero anche formare una stella o un mouse per un pc ma ha senso parlare di reincarnazione in questo senso? io penso che il discorso perde senso quando si da importanza alla materia e all'energia. Tutto ruota attorno alla coscienza, per questo sostengo che la reincarnazione sia un ipotesi assurda, perchè la coscienza va via, c'è poco da fare
    Ultima modifica di IISNT; 14-04-2009 alle 01:11

  10. #30
    The Member L'avatar di Kabu
    Data Registrazione
    Wed Mar 2003
    Località
    (_|_)
    Messaggi
    6,710

    Predefinito

    A me farebbe molto piacere sapere che continuerò ad esistere.
    Non come me stessa, che non m'interessa poi più di tanto (nonostante io mi piaccia abbastanza penso che alla fine uno si stufi) ma come io cosciente. Come esistenza pura e semplice.
    Vorrei poter credere che il mio io (e per io non intendo niente di più che il semplice fatto di esserci, non in quanto me ma semplicemente in quanto presenza nel mondo) esisterà per sempre in qualcuno/qualcosa a rotazione, trasferendosi senza scomparire dopo il deperimento della carne.
    Mi piace esistere, vorrei esistere per sempre. Essendo atea purtroppo per me la morte coincide con la cessasione dell'esistenza, che non è una prospettiva molto allettante...

    Temo che la mia sia comunque una speranza vana purtroppo, ma è la forma di esorcizzazione della morte che preferisco in assoluto tra tutte le ipotesi -religiose e non- fino ad oggi proposte dall'umanità.
    Ultima modifica di Kabu; 14-04-2009 alle 01:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •