Non perderti la diretta la diretta
Pagina 38 di 47 PrimaPrima ... 283637383940 ... UltimaUltima
Risultati da 371 a 380 di 461
  1. #371
    Demente precario L'avatar di Final Goku II
    Data Registrazione
    Mon Mar 2006
    Località
    Da nessuna parte
    Messaggi
    4,291

    Predefinito

    Detto fatto Giuli!

  2. #372
    Demente precario L'avatar di Final Goku II
    Data Registrazione
    Mon Mar 2006
    Località
    Da nessuna parte
    Messaggi
    4,291

    Predefinito

    EPISODIO 16: LEGAME SPEZZATO

    Dopo essersi appartata in totale isolamento, in modo che nulla e nessuno potesse disturbarla durante i propri studi, Bulma uscì dalla porta del proprio studio, segno di come, con tutta probabilità, ella avesse terminato le proprie ricerche. Per quanto il pensiero che suo marito fosse impegnato in una difficile battaglia avesse potuto legittimamente distrarla, ella si era fatta coraggio, in quanto era cosciente di come il salvare Gohan fosse la priorità assoluta, e che la magia di Dende non sarebbe bastata a tenerlo in vita in eterno, in quanto il veleno continuava ad agire inesorabilmente sul fisico del figlio di Goku. Solo una persona dotata delle sue incommensurabili capacità intellettive sarebbe stata in grado di trovare una cura per un veleno così misterioso in così poco tempo, malgrado però vi fosse riuscita, il volto della moglie di Vegeta non lasciava trasparire alcuna forma di gioia. “Allora? Hai trovato una cura per Gohan?” chiese apprensiva Chichi non appena vide l’amica fare il suo ingresso nella stanza. L’apparizione della madre di Trunks aveva catalizzato l’attenzione di tutti i presenti, i quali erano consci come la sopravvivenza del piccolo eroe dipendesse soltanto dalla risposta della donna dai capelli blu. “Si, ho trovato l’antidoto! E so sia come prepararla che quali ingredienti siano necessari per ottenerlo! Tuttavia…” rispose Bulma, le cui ultime parole fecero svanire in un’espressione di angoscia il sorriso apparso sul volto di tutti i presenti che già iniziavano a sperare che le cose stessero andando per il meglio. Sul volto di Bulma apparve un’espressione di rabbia e tristezza “Quel maledetto Ghiller mi ha giocata! Ancora una volta! L’unico rimedio esistente per quel veleno è una pianta che però si è estinta da centinaia di anni!” rivelò lei. Tali parole suonarono come una condanna alle orecchie di tutti i presenti. “Peraltro si tratta di una del tutto insignificante! Completamente inutile contro qualsiasi altra forma di tossina o virus! Dunque nessuno studio medico si potrebbe mai essere preso la briga di conservarne un campione!” aggiunse Bulma. Ghiller si era confermato una volta di più un genio del male, avendo preso in considerazione che in qualche modo qualcuno capace addirittura in potenziale di costruire una macchina del tempo potesse scoprire l’antidoto per il suo veleno, ma scoprirlo si era rivelato del tutto inutile dal momento che produrlo era impossibile. La stanza calò nel silenzio. Non sembrava esserci alcuna via d’uscita a quella situazione. Chichi portò le mani davanti agli occhi scoppiando in lacrime, mentre Piccolo strinse i denti per la rabbia. Ad un tratto fu Yamcha a interrompere il silenzio “No… non può finire così! Forse quella pianta non si è estinta del tutto! Dobbiamo cercarla! Non ci possiamo arrendere!”. “Oh certo… passiamo palmo a palmo tutto il pianeta a cercare una pianta che avrà si e no le dimensioni di una margherita! Ma hai idea di quanto tempo ci dovrebbe volere, anche contando sulla vostra velocità? Considerando inoltre che non ho la minima idea di dove andarla a cercare?” fece Bulma con tono stizzito e alterato. Era mai possibile che Yamcha parlasse sempre senza riflettere? “Beh… potremmo sempre chiedere a Baba no?” fece l’uomo con il volto sfregiato. Bulma rimase di stucco. Come aveva potuto non pensarci? Se quella pianta esisteva ancora sulla Terra l’unica persona che avrebbe potuto dirle dove trovarla era proprio la sorella del maestro Muten, avvalendosi del potere della sfera di cristallo. “Ma certo! Baba!!! Sei un genio Yamcha!” esultò Bulma, che mai avrebbe pensato un giorno di dover dire una cosa del genere. “Dobbiamo assolutamente raggiungere il suo palazzo!” asserì Chichi. “Io so come raggiungerlo! Andrò io!” asserì Yamcha, galvanizzato dall’aver avuto un’idea risolutiva e motivato a dar seguito alla propria utilità. “Bene!” annuì Bulma. E così l'allievo di Muten partì alla volta del palazzo di Baba.
    Ultima modifica di Final Goku II; 23-06-2010 alle 11:45

  3. #373
    Demente precario L'avatar di Final Goku II
    Data Registrazione
    Mon Mar 2006
    Località
    Da nessuna parte
    Messaggi
    4,291

    Predefinito

    Un forte dolore alla testa lo pervase mentre lentamente apriva gli occhi. Nella sua bocca ristagnava uno sgradevole sapore di anestesia. Lo stato di intorpidimento del suo corpo stava a significare che con tutta probabilità egli aveva versato in un profondo stato di incoscienza per chissà quante ore. Il provare l’intensità di certe sensazioni, tuttavia, comprovava un dato di fatto che ad un certo punto della terribile esperienza che aveva vissuto egli aveva ritenuto del tutto insperato: era vivo. Crilin si alzò dal lettino su cui giaceva, guardandosi intorno. Si trovava in uno stanzino del tutto spoglio, senza porte ne finestre, illuminato da un riflettore ubicato sul soffitto. Nel suo muoversi esitante, sconvolto dalla violenza con cui Ghiller si era accanito su di lui, Crilin si rese conto solo in un secondo momento di non avere più ferite. Era stato curato. L’allievo di Muten era consapevole del fatto che ciò non potesse essere dovuto ad un atto di pietà da parte del suo carnefice. Conosceva l’albino da poco, ma tanto gli era bastato per comprendere come parole quali misericordia o carità fossero del tutto aliene al vocabolario di quel pazzo furioso. Se Ghiller lo aveva mantenuto in vita era perché in qualche modo il terrestre doveva essergli utile a qualcosa. Tale prospettiva per Crilin era forse peggiore della morte stessa. Ad un tratto egli sussultò. Lo stato di stordimento in cui versava non gli aveva permesso di ricostruire la situazione in cui si trovava, ma l’imperversare degli spaventosi ricordi delle torture inflittegli da Ghiller lo portò a rammentare alcune parole pronunciate dall’ex complice del Dottor Gero. “C-18! E’ qui anche lei! Anche lei è caduta tra le grinfie di quell’essere spietato! Devo uscire di qui e cercare di metterla in salvo!” pensò l’uomo per poi cercare di sfondare le pareti a pugni. Malgrado Crilin avesse una forza a dir poco sovrumana, egli non riuscì però a smuovere di un millimetro quelle pareti, che di certo non erano fatte di un materiale normale. Del resto Crilin avrebbe dovuto immaginare come Ghiller fosse troppo furbo per consentirgli di liberarsi tanto facilmente, ma la premura di soccorrere la propria amata 18 aveva portato il migliore amico di Goku ad agire di impulso. Disposto a tentare il tutto per tutto Crilin utilizzò anche la Kamehameha e il Kienzan, ma nessuno di quei colpi sortì alcun effetto. “E’ inutile che ti sforzi, cuccioletto!” disse ad un certo punto una voce che Crilin riconobbe subito e che esortò l’allievo di Muten a voltarsi di scatto. Dal nulla si aprì un varco nella parete dalla quale fece il proprio ingresso nella stanza la cyborg numero 12, meglio conosciuta da Crilin con il nome di Marion. “Questa stanza è monitorata dal computer del maestro Ghiller! Contiene tutti i dati relativi alla composizione energetica delle tue tecniche, ed è quindi capace di neutralizzarle! Dunque è inutile che ti sforzi tanto!” lo canzonò la cyborg dai capelli azzurri con il suo solito sorriso che risultò in quella circostanza quanto mai provocatorio, mentre alle sue spalle la porta si richiudeva, per poi tornare ad essere del tutto impossibile da distinguere dal resto della parete. “Marion… devi farmi uscire di qui! Non ti ho mai fatto nulla di male! E un tempo ti ho voluto bene! Se mi permetterai di fuggire annienterò Ghiller, e anche tu potrai vivere un’esistenza serena, senza più dover sottostare alle farneticanti volontà di quel folle!” disse Crilin, confidando che anche in quella donna fosse rimasto qualcosa di umano. Marion scoppiò a ridere giuliva per poi dire “Ma io non sono mai stata un essere umano! Sciocchino! E non sono nemmeno un esperimento malriuscito come C-16! Io e il maestro Ghiller siamo in totale sintonia! Sono stata programmata per esserlo! Sono il risultato che quell’inetto di nonno Gero ha inseguito vanamente per tutta la sua vita!”. “Capisco… dunque non sei altro che un ammasso di ferraglia! Sei un’entità completamente artificiale! Non c’è nulla di vero nel tuo modo di essere! Beh… meglio così in un certo senso!” commentò Crilin. “Oh e in che senso sarebbe meglio?” chiese C-12 incuriosita. “Così non dovrò farmi alcuno scrupolo nel farmi rivelare da te anche con le cattive come si esce da qui!” disse l’uomo per poi scagliarsi contro colei che aveva sempre conosciuto col nome di Marion. Il suo assalto però non trovò che l’aria. “Ma cosa?” sussultò Crilin mentre C-12 riapparve alle sue spalle sorridendo civettuola. “Mi dispiace per te tesoruccio! Ma sono decisamente meno inoffensiva di quanto ho sempre dato a vedere! Del resto se avessi rivelato la mia forza mi sarei fatta scoprire! Non hai idea di quanto mi sia costato fingermi inerme di fronte ai tuoi amici quando sono impazziti per colpa della polvere magica di quello strano tipo che voleva prendere il posto del dio della Terra! Purtroppo il maestro Ghiller mi aveva ordinato di non interferire in alcun modo con il corso degli eventi, limitandomi a raccogliere informazioni! Del resto non ha mai dubitato che sareste riusciti a battere quell’idiota dalle orecchie a punta!” spiegò Marion, spiegando come aveva agito quando la Terra era stata minacciata da Garlic Junior, che peraltro Ghiller già conosceva dai tempi in cui il demone aveva bramato il trono della Terra la prima volta. Crilin si voltò di scatto e sferrò un pugno in pieno volto alla cyborg, ma l’attacco non sortì effetti, dal momento che C-12 non cambiò nemmeno espressione. “Hahaha! Ma cosa fai Crilin? Sei troppo debole per combattere contro di me!” lo canzonò la donna dai capelli azzurri con la stessa irriverenza con cui lo derideva nei momenti in cui, quando stavano insieme, egli si comportava in maniera buffa e goffa. Crilin ringhiò, e senza darsi per vinto protese la mano verso C-12 per scagliargli un ki blast, ma l’androide lo afferrò per il polso e disse con tono da bambina viziata e imbronciata “Uffa! Non sei carino quando fai il testardo!”. Crilin si sentì improvvisamente debole, come se il contatto con colei che aveva sempre chiamato Marion lo stesse privando di ogni forza. “Che… che mi succede?” mormorò Crilin il quale sentiva le sue forze abbandonarlo. “Hihihi! Vedi… forse non sono forte come C-18, però compenso con alcune facoltà abbastanza interessanti!” rispose C-12. “Ho capito… assorbi l’energia dai palmi delle mani come C-19 e C-20!” ipotizzò Crilin cadendo in ginocchio. “Mmm… no, il mio potere è diverso! Io sono capace di bloccare la circolazione dell’aura attraverso il corpo! Ovviamente entro certi limiti! Ma con un cucciolo come te sono in grado di non permetterti di utilizzare nemmeno un po’ di ki!” disse la cyborg per poi trascinare Crilin sul letto e sdraiarsi sopra di lui bloccandogli anche l’altro braccio utilizzando l’altra mano. “Che… che cosa stai facendo?” sussultò Crilin. “Oh… qualcosa che hai desiderato che facessimo da moltissimo tempo!” disse mentre con una mano lacerava il camice di Crilin mettendo a nudo il suo fisico scolpito. “Tu sei pazza! Ti si devono essere fusi i circuiti! Posso averti desiderata, è vero! Ma non certo ora che ho scoperto che mostro sei! E poi io ora amo un’altra do…” inveì l’allievo di Muten, il quale non riuscì a terminare la frase prima che “Marion” lo baciasse, infilando la sua lingua nella bocca di lui, il quale cercò di divincolarsi, cosa peraltro non semplice vista la maggiore forza dell’androide e il fatto che le sue forze stessero venendo meno a causa della capacità di soppressione dell’aura di cui C-12 era dotata. Crilin non aveva idea di perché lei lo stesse facendo, ma una cosa era certa: lui non aveva alcuna intenzione di assecondare i capricci di quell’androide malvagia, per quanto la trovasse decisamente attraente e la reazione di un suo particolare muscolo rendesse la cosa abbastanza palese. Ad un certo punto Crilin sentì un liquido scivolargli giù per la gola, come se C-12 lo stesse riversando dentro di lui attraverso la sua bocca. Il guerriero dalla testa pelata non poté fare a meno di ingerire quella sostanza misteriosa, e alcuni istanti dopo che l’ebbe fatto egli sentì la propria volontà completamente annullata. A quanto pare quella sostanza, ideata plausibilmente da Ghiller, era una potente droga, capace di trasformare una persona in una vera e propria belva, guidata unicamente da impulsi sessuali. Gli occhi di C-12 brillarono di compiacimento nell’avvertire come il piano proprio e di Ghiller stesse andando come preventivato. Quindi lasciò le braccia di Crilin, liberandolo dalla sua presa e lasciando che egli sfogasse i propri istinti su di lei, abbandonandosi ad un amplesso selvaggio e quasi animalesco.

  4. #374
    Demente precario L'avatar di Final Goku II
    Data Registrazione
    Mon Mar 2006
    Località
    Da nessuna parte
    Messaggi
    4,291

    Predefinito

    “No… non può essere!” commentò C-18 con un filo di voce. La cyborg aveva osservato tutta la scena attraverso una telecamera per volontà di Ghiller stesso. Ella non aveva potuto vedere la somministrazione della sostanza da parte di C-12, avvenuta per via orale, e tutto ciò che si presentava innanzi ai suoi occhi era un Crilin, inizialmente riluttante all’idea, abbandonarsi al richiamo della carne nei confronti di colei che si era rivelata come una nemica sua e di C-18 stessa. Il volto di Ghiller non tradiva alcun compiacimento, recitando perfettamente la parte di qualcuno che a malincuore mette una persona a cui tiene innanzi ad una cruda realtà. “Non ci posso credere… dunque avevi ragione! Hai sempre avuto ragione! Crilin non è altro che una persona superficiale a cui interessa soltanto la bellezza esteriore della donne! E che non desidera altro che fare sesso con loro!” disse la cyborg. Del resto, il fatto che Crilin fosse allievo di Muten rendeva ancora più verosimile tale conclusione. “Sono molto dispiaciuto, mia cara! Avrei voluto evitarti tali patemi! Ma non potevi continuare a vivere nella menzogna!” disse Ghiller con tono dolce e consolante. “Grazie…” si limitò a dire 18 per poi avvicinare la propria bocca a quella dell’albino e baciarlo. Gli occhi scarlatti di Ghiller vennero attraversati da un lampo di gioia perversa. Era riuscito al contempo a far perdere a C-18 la fiducia in Crilin e a portarla a fidarsi di lui. Il piano dell’albino era riuscito alla perfezione e il giovane amore tra Crilin e 18 era stato stroncato come due piccole rondini uscite dal nido ghermite da un crudele rapace. Un rapace dagli occhi color rosso sangue.

  5. #375
    Senior Member L'avatar di goku super sayan III
    Data Registrazione
    Wed Oct 2006
    Località
    Firenze
    Messaggi
    5,534

    Predefinito

    Ma sto Ghiller le pensa propio tutte!!!! e non è possibile pure il red bull a Crilin
    e per concludere ci mancava 18 che sta dalla parte dell'albino
    Spoiler:
    anche se secondo me ha fatto solo finta di credere alla messa in scena di ghiller. Lo conosce troppo bene ed il fatto che lo abbia baciato mi fà pensare che lo fà solo per liberare Crilin altrimenti non si spiega il gesto verso un'essere che ha odiato con tutta se stessa fino ad un'attimo fà


    Un'applausa o Yamcha che ha detto qualcosa di sensato vedremo come andrà a finire
    "Dici che chi è più debole dovrebbe lasciare che il più forte si prenda la sua vita? E allora... non dire un'altra parola e muori in silenzio!" Dragon Ball Adventure Ep. 90

  6. #376
    No, non QUEL GT L'avatar di GT!
    Data Registrazione
    Tue Jun 2005
    Località
    Solaio della Kame house
    Messaggi
    7,100

    Predefinito

    ***Gasp***

    Accidenti, altre batoste in questo capitolo.
    Crilin bestia, Marion donna oggetto...e il povero cuoricino di 18 che si spezza senza vie di riparazione!

    Comunque...hai capito il pelatino! Avrei sperato che il piccoletto utilizzasse questa sua grinta nascosta su 18...lei di certo non si sarebbe pentita! Mamma, prevedo sensi di colpa grandi come un centro commerciale per il terrestre! Su, su, che dopo questa esperienza degradante vada a strofinarselo con la paglietta di ferro!

    Citazione Originariamente Scritto da Final Goku II Visualizza Messaggio
    lui non aveva alcuna intenzione di assecondare i capricci di quell’androide malvagia, per quanto la trovasse decisamente attraente e la reazione di un suo particolare muscolo rendesse la cosa abbastanza palese.
    Questa parte mi ha suscitato un mix di ilarità e di lieve ribrezzo.
    Purtroppo al "vendicatore calvo" non si comanda.
    Togli l'amore e la dolcezza a Cri, e cosa ci rimane? Una bestia che non è Crilin, ecco tutto.
    Ghiller è davvero il diavolo in persona se è disposto ad abbassarsi a simili meschini stratagemmi.
    Ma ho il buon presentimento che il Karma farà il suo lavoro anche in questa sporca faccenda!
    Nolite te bastardes carborundorum

    MY GALLERY

  7. #377
    Senior Member L'avatar di AlphaOmega
    Data Registrazione
    Tue Feb 2008
    Messaggi
    6,604

    Predefinito

    Be poteva andarti peggio Crili, poteva mandarci Ramon a fare quel lavoro

    Cmq, dai Ghilly è un piccolo genio da riconoscere, ma se s'è fatto fregare da Yamcha ci starebbe troppo bene!

    Ps. anch'io sono convito che 18 non sia tanto ingenua da cascare in simili trucchi

  8. #378
    Senior Member L'avatar di goku super sayan III
    Data Registrazione
    Wed Oct 2006
    Località
    Firenze
    Messaggi
    5,534

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da AlphaOmega Visualizza Messaggio
    Cmq, dai Ghilly è un piccolo genio da riconoscere, ma se s'è fatto fregare da Yamcha ci starebbe troppo bene!
    quoto! e se così fosse yamcha si riconferma il mio terrestre preferito
    "Dici che chi è più debole dovrebbe lasciare che il più forte si prenda la sua vita? E allora... non dire un'altra parola e muori in silenzio!" Dragon Ball Adventure Ep. 90

  9. #379
    XD power L'avatar di XD forever
    Data Registrazione
    Sun Jun 2009
    Località
    XD city,la città da dove vengon tutti gli XD
    Messaggi
    1,722

    Predefinito

    Ghiller ne sa una più del diavolo!XDHa pensato proprio a tutto!XDPurtroppo una zucca vuota ha trovato la soluzione!(a meno che Ghiller non ha aggiunto qualche altro ostacolo!XD)
    Infine posso dire che la droga che Crillin "manda giù" ha una potenza allucinante!XD E C-18 ci casca come una pera cotta!(io avevo capito come andava a finire "solo" una decina di frasi prima!XD)
    Quindi Final le tue.....sono le trovate migliori!

  10. #380
    Libertà viva nel cuore... L'avatar di Lynd
    Data Registrazione
    Mon Sep 2007
    Località
    Libera di andare dove lo spirito mi trasporta...
    Messaggi
    1,525

    Predefinito

    Ecco che dopo tanto tempo torno a leggere e commentare ^^! Dei capitoli davvero meravigliosi, in cui sono accadute tante cose, anche inaspettate!
    Ramon è davvero molto potente, sta mettendo in seria difficoltà il nostro Vegeta che nonostante ciò si sta battendo con coraggio. L'androide-saiyan sa utilizzare anche le tecniche degli altri componenti della razza, come Nappa e Kakaroth, oltre che dello stesso principe. Parecchio interessante, sia come avversario che come creazione stessa di Ghiller.
    Ah, Mr.Satan mi fa tenerezza, si sforza di apparire coraggioso dinanzi la figlia che lo vede giustamente come un vero eroe, il SUO eroe. Purtroppo Satan sa che non potrà mai essere ciò che l'amata figlia crede, pur con tutta la volontà e la forza d'animo possibile...gli avversari che si stanno profilando fin troppo forti persino per i nostri guerrieri.
    Eh, devo anch'io concordare che Ghiller è un vero genio del male, in tutti i sensi, dalla creazione dei suoi androidi all'ingrediente fondamentale per la preparazione dell'antitodo per salvare il povero Gohan. Però, Yamcha ha veramente avuto un'intuizione geniale , ha ricevuto anche i complimenti di Bulma stessa! Adesso sia lui che C17 sono andati a cercare la misteriosa e antica piantina, e l'unica che giustamente può aiutarli e rivelare loro qualcosa è l'anziana e saggia Baba.
    Povera C18, costretta a subire da Ghiller...pure se nell'ultimo episodio sembra aver finalmente accettato le idee dell'albino e di conseguenza la sua "corte". Beh, non so se dire la parola "povero" pure per Crilin , che lo stiamo vedendo in un modo decisamente inconsueto per lui! Anche se tutto ciò è frutto dell'azione della misteriosa sostanza che Marion gli ha fatto ingerire...vedremo come andrà a finire!
    "L'uomo non vivrà in questo modo in quanto uomo, ma in quanto in lui c'è qualcosa di divino" Aristotele Mia FF: "Al di là delle apparenze". 59° Cap!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •