Non perderti la diretta la diretta
Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Another sad fanfic

  1. #1
    --IN LUTTO-- L'avatar di Trunks ultras ssj91
    Data Registrazione
    Mon Jul 2007
    Località
    Curva Ovest Vercelli
    Messaggi
    197

    Predefinito Another sad fanfic

    la mia seconda fanfic... spero vi piaccia!!

  2. #2
    --IN LUTTO-- L'avatar di Trunks ultras ssj91
    Data Registrazione
    Mon Jul 2007
    Località
    Curva Ovest Vercelli
    Messaggi
    197

    Predefinito

    Una Ferita

    PREMESSA
    E rieccomi qui… a scrivere un altro racconto… ma questo è il mio unico svago, se così lo possiamo chiamare, quando sono triste… per chi non lo sapesse, e credo che siano molti, io ho già scritto un altro racconto: Pan & Trunks; cliccateci su per leggerlo. Comunque sia, sono sicuro che delle motivazioni per cui sono spinto a scrivere non ve ne interessi granchè, quindi vi dico solo che sto soffrendo molto e, per citare Sciascia, “in mezzo, manco a dirlo, una donna”. E poi c’è chi dice che noi Ultras siamo assassini spietati… bah… Giusto per la cronaca, e per farvi capire meglio il racconto, vi dico che Vegeta ha 22 anni e Bulma ne ha 21.

    Vegeta era cambiato molto. E anche Bulma. Erano passati parecchi anni dal loro primo incontro… non so quanti, ma molti. Vegeta era ancora il cinico e spietato principe dei Sayan, se andava in giro per la galassia a sterminare popolazioni e a radere al suolo pianeti. Ma poi qualcosa cambiò nella sua vita. Dopo aver sconfitto l’ultimo nemico si era trasferito sulla Terra. Voleva… doveva allenarsi per diventare più forte del suo rivale: Kakaroth. Allora era andato a vivere nella Capsule Corporation, dove Bulma e la sua famiglia gli avevano gentilmente una stanza e gli permettevano di vivere come se fosse a casa propria. Ma la cosa più importante, per il Sayan, era che gli venivano fornite dei luoghi, appositamente costruiti per lui, dove poteva allenarsi con gravità molto superiore a quella della Terra. E così aveva pian piano adottato tutte le abitudini dei terrestri e incominciava a capirne gli usi e i costumi, e si sforzava di disprezzarli e a volte non era neanche lui stesso convinto di quello che diceva.
    Bulma era tutt’altra cosa. Quando si incontrarono per la prima volta lei era rimasta spaventata da quell’uomo così crudele e dal cuore di ghiaccio. Ma aveva subito notato un certo fascino nel Sayan. Ora che Vegeta era sulla Terra, lei lo assisteva continuamente e si rendeva conto che, poco alla volta, il carattere del Sayan stava cambiando. Non so come dire, ma era più umano. Incominciava a provare dei sentimenti veri. Bulma si accorse di ciò e rimase stregata, rapita e si innamorò di quell’uomo così misterioso e affascinante… lui si rendeva conto dei propri cambiamenti e, in un certo senso, ne era contento, si era reso conto che ciò che aveva fatto era sbagliato e Nappa e Radish, “la cui presenza lo stomacava” per citare Manzoni, erano solo dei poveri idioti. E comunque aveva notato una certa “attenzione”, chiamiamola così, di Bulma nei suoi confronti. Lui aveva notato qualcosa in quella terrestre. Non era come le altre. Era… era… diversa… ma aveva qualcosa in più rispetto alle altre donne. Vegeta non riusciva a capire che cosa, ma quel qualcosa gliela faceva preferire alle altre… non sapeva perché ma il Sayan pensava che lei fosse “di più” di tutte le altre femmine terrestri (lui le chiamava così)...

    Bulma si era resa conto di amare quell’uomo:
    - Sì ma come faccio a dirglielo… insomma… lui è un tipo un po’ così… non se ne parla neanche di farlo uscire con me… lui non è tipo da far certe cose!…- pensò sorridendo Bulma.
    - Se lo trovo un giorno dopo gli allenamenti da solo… beh… sarebbe l’occasione perfetta!…- ormai Bulma era tutta presa da questi pensieri. Ogni volta che ci pensava arrossiva tutta… comunque si alzò dal letto e si diresse verso la cucina. Era tardo pomeriggio e quindi Vegeta aveva appena terminato gli allenamenti. Bulma era appena entrata in una delle tante stanze presenti nella sua casa quando intravide il Sayan in corridoio. Solitamente Bulma è molto timida, sarebbe stata mezz’ora a pensare a cosa dirgli, a come rivolgersi a lui… e quando si sarebbe finalmente decisa a parlargli sarebbe stato troppo tardi perché lui era ormai da tutt’altra parte! Si era ritrovata in questa situazione più di una volta… Ma ora fece tutt’altra cosa… si catapultò in corridoio e gridò:
    - Vegeta! Puoi venire un attimo?-
    - Ok… arrivo…-
    - Senti… dovrei dirti una cosa… insomma…- era tutta rossa in volto e guardava il Sayan negli occhi molto timidamente
    - Beh… forse te ne sei già accorto… comunque… io per te provo qualcosa… sai cosa dico… è che… sai cos’è l’amore?- chiese di botto Bulma
    - Mmm… mi pare sia quella cosa che lega Kakaroth e Chichi… quindi credo… quando due persone si conoscono… si vogliono bene… e poi capiscono che quel sentimento è qualcosa di più…- (vi ho detto che Vegeta era cambiato) disse Vegeta.
    - Sì sì è proprio quello!- esclamò Bulma e continuò – ecco vedi… credo che il sentimento che io provo per te… sia proprio quello!- disse, anzi gridò la giovane. Ora lo guardava con aria speranzosa e ora si attendeva una risposa. Vegeta rimase basito nel sentir tali parole. Sapeva che Bulma provava qualcosa nei suoi confronti… ma non pensava che fosse qualcosa di così profondo! Fatto sta che rispose:
    - Senti Bulma… io ti voglio bene… ma non provo un sentimento così profondo nei tuoi confronti… mi dispiace ma… non credo di poter intrattenere un rapporto così serio con te… mi dispiace molto… davvero…- e così dicendo si voltò.
    Bulma non disse niente, chinò il capo e ritornò in camera sua… era triste certo… vedeva il suo sogno d’amore terminare… il lumicino della sua speranza si era spento… si sentiva uno straccio… aveva notato una cosa… Vegeta aveva una piccola ferita sul viso… ora se ne era aperta un’altra… ma nel cuore della giovane… si sdraiò sul letto e iniziò a pensare… ora che faceva… la sua speranza di un futuro pieno d’amore e felicità era finita… si sentiva depressa e non aveva forza nemmeno di alzarsi… di muoversi… di pensare… ora non piangeva… non ne aveva la forza… quando era estremamente triste e afflitta non piangeva… le rimanevano le lacrime negli occhi, magari una le sfuggiva e le rigava il volto… ma non emetteva alcun suono… rimaneva muta…
    Vegeta rifletteva su ciò che aveva detto… si fermò un attimo… guardò fuori dalla finestra e disse sottovoce:
    - Che cosa ho fatto…- si mise una mano a nascondere gli occhi e appoggiò l’altra sul muro - ecco che cosa provo io per lei, ma me ne rendo conto troppo tardi… io… io… io amo Bulma…- chinò il capo e il suo viso assunse un’aria assai sconsolata… ma forse era tardi per rimediare all’errore… forse se ne sarebbe pentito…

    E poi passò qualche giorno. Bulma era sempre tristissima e Vegeta, anche durante i suoi allenamenti, non riusciva a spiegarsi il perché di quei sentimenti e del suo errore:
    - Ma perché?… io sono il principe dei Sayan… l’uomo più crudele dell’intera galassia!… ma sono cambiato… forse è proprio destino… ma non è stato il pianeta o chissà che cosa a farmi cambiare… è stata lei… e io, beh… - e così dicendo ripensava alla sua risposta negativa di fronte alla proposta di Bulma.
    Bulma invece continuava i suoi lavori di dirigenza della Capsule Corporation, ma non riusciva più a ottenere tanta concentrazione, era sempre sovrappensiero… E non sapeva più che cosa pensare: che cosa sarebbe stato di lei? E del suo futuro? Forse avrebbe dovuto dare una svolta alla sua vita… ma fu il proprio il cambiamento tanto atteso ad andarle incontro…
    Bulma, quasi tutte le sere, andava a vedere il tramonto sulla collina nei pressi della sua casa. Su quel colle c’era una panchina… mai nessuno ci andava in quel posto, però da lì si poteva godere di una vista magnifica sulla rigogliosa pianura circostante e ammirare in pace il tramonto. Quella sera era così rosso… infondeva nell’anima della giovane ancora più tristezza di quanta ne provasse già… e pensava… a lei… a Vegeta… e stava quasi per mettersi a piangere…
    Vegeta sapeva di quest’abitudine di Bulma e quella sera volle andare a parlarle… anche lei, in realtà, aveva bisogno di mettere in chiaro qualche cosa con il principe dei Sayan… ma non ne aveva più la voglia né il coraggio… Comunque Vegeta arrivò in cima al colle e disse:
    - Ciao Bulma…- sentir quella voce così all’improvviso fece trasalire la ragazza che rispose al saluto.
    - Ciao Vegeta!- rispose
    - Senti… io avrei bisogno di parlarti… sai… riguardo all’altro giorno…- continuò il Sayan, ma la ragazza lo interruppe bruscamente dicendogli:
    - Sì sì lo so… stai tranquillo… non ci sto male… vorrei solo che ciò non condizionasse il nostro rapporto di amicizia… io ti voglio bene… poi stiamo così bene insieme… dico come amici…- e iniziò a parlare come una macchineta… non la finiva più e Vegeta la interruppe:
    - Non è questo che volevo dirti… cara…- nel sentir proferita tale parola Bulma si volse a guardare Vegeta molto sorpresa… lui la guardava negli occhi con molta dolcezza… lei chinò lo sguardo… ma lui le alzò molto amorevolmente la testa con la mano e… le diede un bacio… il primo bacio… Bulma rimase all’inizio sorpresa dal gesto di Vegeta… ma poi capì… Vegeta si era solo sbagliato qualche giorno addietro… ma ora aveva rimediato all’errore… e potevano dare libero sfogo ai loro sentimenti… la ferita sul volto del giovane era ormai guarita e contemporaneamente se ne chiuse un’altra… quella nel cuore di Bulma… quei pochi istanti furono d’incanto per i due innamorati… Vegeta strinse a sé Bulma e la ragazza disse:
    - Finalmente… ora vedo il mio sogno prendere forma… e il mio sogno sei tu… Vegeta…- lui non disse niente ma ricambiò l’affermazione della giovane con un altro bacio… molto dolcemente… ma è risaputo che qualcosa per rimanere immortale ed eterno deve prima morire…

  3. #3
    --IN LUTTO-- L'avatar di Trunks ultras ssj91
    Data Registrazione
    Mon Jul 2007
    Località
    Curva Ovest Vercelli
    Messaggi
    197

    Predefinito

    Era passato qualche anno da quel giorno e Vegeta e Bulma continuavano a stare insieme… si erano sposati ed avevano avuto un figlio: Trunks… un giovane combattente proprio come suo padre… ma accadde che un giorno:
    - Bulma… tu resta qua… io vado al palazzo di Dende per vedere che sta succedendo… sento un’aura estremamente negativa… sarò di ritorno a breve…- e le diede un bacio… ma Bulma sentiva… e capiva che quello sarebbe stato il loro ultimo bacio… aspettò che Vegeta si allontanasse e decise di prendere l’elicottero per andare anche lei al palazzo del supremo…
    Vegeta quando giunse vide che lo scontro era già iniziato. Il nuovo nemico era molto simile a Metal Cooler, ma non era lui… Dopo un po’ di tempo tutti i guerrieri z erano a terra e Vegeta era l’unico rimasto… la forza del nemico non lo aveva nemmeno preoccupato un poco…
    - Coraggio fatti avanti Sayan…- disse in tono beffardo il rivale.
    - Ti accontento subito… se vuoi morire presto…- e Vegeta gli si scagliò addosso.
    Quello che ne seguì fu uno scontro molto duro che ridusse i due guerrieri in fin di vita… nel frattempo era giunta Bulma che assisteva al combattimento… A quel punto il nemico puntò il dito contro la donna terrestre e stava per far partire un colpo molto simile a quello che, anni addietro, aveva scagliato Freezer contro Crillin… Ma Vegeta lo bloccò gli si avvinghiò alle spalle e lo immobilizzò:
    - A questo punto non mi rimane altra scelta…- pensò il Sayan ed espanse la sua aura sempre più – non mi rimane altro che questo… mi farò saltare in aria… mi sacrificherò… così polverizzerò l’avversario… lo farò per coloro che voglio bene… Bulma… e il mio piccolo Trunks…- così dicendo la sua aura raggiunse il massimo…
    - No Vegeta!!… Non farlo!!- gridò Bulma che aveva capito le intenzione di suo marito… ma era troppo tardi… seguì un bagliore immenso e accecante che illuminò il cielo… quando il bagliore scomparì non si vide altro che il corpo di Vegeta cadere a terra… del nemico più nessuna traccia… appena il principe dei Sayan piombò al suolo Bulma gli si avvicinò e si inginocchiò al suo fianco… Vegeta con le sue ultime forze si volse verso la moglie… cercò di allungare un braccio verso di lei, ma non aveva più forze…
    -B… Bulma… Am… Amore… Mio…- furono le ultime parole che riuscì a sospirare… poi il braccio del Sayan cadde nuovamente a terra… Bulma aveva le lacrime agli occhi… un grido di rabbia e di disperazione le rimase soffocato in gola… non aveva le forze neanche per piangere… era troppo brutto quello che stava accadendo… ti toglieva persino le forze per poter cercare di vivere… poi volse il suo sguardo verso il suo bambino… Trunks aveva solo sei anni e giaceva al suolo svenuto… aveva combattuto eroicamente come il padre… Bulma lo prese in braccio e si volse per l’ultima volta nella sua vita a guardare il marito…
    -Vedi figliolo… tuo papà è un vero eroe… si è sacrificato per salvare la Terra… e tutti noi…- sapeva che il figlio non poteva sentirla perché era svenuto… ma sospirò lo stesso queste parole… colme di amarezza e disperazione… infine notò un’ultima cosa… la ferita sul volto di Vegeta si era riaperta… e anche l’altra… quella di Bulma… ma quella donna non si sarebbe mai più chiusa… era troppo profonda…

    In conclusione, per citare J. D. Salinger “Ecco tutto quello che sono disposto a raccontarvi.”. Se volete farmi un favore ascoltate le canzoni che mi hanno aiutato a scrivere questo racconto: “Alone You Breathe” e “When The Crowds Are Gone” dei savatage…Quasi mi dimenticavo le dediche… a Ludo… una grande amica… ma che mi ha portato alla tristezza tale da scrivere questo racconto… e a Tomo… beh… semplicemente un grande… arrivederci a tutti… se soffrirò ancora… beh… sapete che scriverò… un saluto a tutti… spero che apprezziate il mio racconto…

    By Trunks Ultras ssj91

  4. #4
    --IN LUTTO-- L'avatar di Trunks ultras ssj91
    Data Registrazione
    Mon Jul 2007
    Località
    Curva Ovest Vercelli
    Messaggi
    197

    Predefinito

    ditemi che ne pensate ragazzi!! vorrei che chiunque la legga mi dia una sua opinione!! Thank You!!

  5. #5
    --IN LUTTO-- L'avatar di Trunks ultras ssj91
    Data Registrazione
    Mon Jul 2007
    Località
    Curva Ovest Vercelli
    Messaggi
    197

    Predefinito

    ops...m sn dimenticato di rendere linkabile la my prima fanfic... eccola qua...Pan & Trunks

  6. #6
    Juve:Torino siamo noi L'avatar di Davide94
    Data Registrazione
    Thu Jul 2007
    Messaggi
    483

    Predefinito

    è bello!

  7. #7
    Junior Member
    Data Registrazione
    Tue Aug 2007
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Secondo me, nonostante sia molto simile, è leggermente inferiore rispetto all'altra.. Forse perchè l'hai scritta un po' più di fretta.. Però è bellissima lo stesso!

    E poi, le due settimane che hanno dato origine al tutto non le dimentecheremo mai cazzo.. Ma questa è un'altra storia, vero Mario Bianchi?

  8. #8
    Senior Member L'avatar di gotenks93
    Data Registrazione
    Fri Aug 2007
    Messaggi
    303

    Predefinito

    Sono molto belle tutte e due

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •