Non perderti la diretta la diretta
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1

    Predefinito Active Shooter è stato rimosso da Steam

    Valve cede alle pressioni, ma non per gli ovvi motivi

    Continua a leggere la notizia

  2. #2
    Spartan Member L'avatar di Pjpixer
    Data Registrazione
    Fri Sep 2009
    Località
    Da qualche parte
    Messaggi
    8,173

    Predefinito

    Sono di mentalità apertissima e credo che le opere di fantasia come film, libri e giochi debbano godere di tutto la libertà che vogliono. Però credo che un titolo del genere era assolutamente evitabile. Così come credo che sia stato sviluppato principalmente per far parlare di sé.

  3. #3
    Ludic Whore L'avatar di Lord Axl
    Data Registrazione
    Wed Nov 2002
    Località
    Morte Nera (ancora in costruzione)
    Messaggi
    10,649

    Predefinito

    Un trucco vecchio come il mondo, che però purtroppo funziona quasi ogni volta. Anche perchè un certa fetta di utenza su Steam si è ribellata di fronte alla rimozione.

  4. #4
    Signor Dottor Professor L'avatar di AtlasZX
    Data Registrazione
    Sat Nov 2014
    Messaggi
    2,130

    Predefinito

    Vi ricordate Hatred?... quel gioco in cui l'unica cosa che facevi era andare in giro ad ammazzare civili... roba che dopo 15 minuti lo accantonavi per noia e chiedevi il rimborso... quell'obrobio c'è ancora su STEAM credo, questo non è stato mai nemmeno disponibile per il download.

    Piccola parentesi per STEAM: se vi siete fatti spaventare dalla raccolta firme che hanno fatto partire, sappiate che chi ha firmato, non sono di certo i gamer che vi comprano i giochi, ma i genitori di bambini in età scolastica...

  5. #5
    Who dares wins L'avatar di Shooter
    Data Registrazione
    Thu Jan 2010
    Località
    Shadow Moses, (mare di Bering)
    Messaggi
    3,103

    Predefinito

    "ma, ci tiene a puntalizzare Valve, non è stato rimosso per i suoi contenuti violenti, quanto per l'atteggiamento scorretto del suo creatore nei confronti di Valve stessa e dei suoi clienti."

    Perchè, che ha fatto?

  6. #6
    Senior Member L'avatar di Voradhor
    Data Registrazione
    Fri Sep 2010
    Messaggi
    2,729

    Predefinito

    Io sono del parere che in un gioco come in un film debba essere tutto permesso purchè trattato con i dovuti avvisi e gli obblighi riguardo l'età (ovviamente rimanendo nell'ambito della legalità).

    Detto questo che siano poi i clienti decidere cosa comprare e giocare e cosa no. Se una cosa non piace basta non comprarla, invece spesso e volentieri succede (in particolar modo con i videogiochi) che se una cosa non piace a qualcuno allora deve essere tolta a tutti e come al solito chi grida più forte la sfanga.

    Possiamo passare ore a discutere di quanto possa essere moralmente discutibile un particolare tema ma ci sarà sempre una fetta di pubblico a cui quel gioco è rivolto e ritengo sia giusto che sia quella fetta di pubblico a deciderne le sorti.

    Si parla pur sempre di giochi o cmq media, e cosi come mi posso divertire per ore a investire prostitute su GTA perchè non dovrei fare lo stesso ammazzando alunni per le classi?

    Dopotutto abbiamo decine di giochi sulla guerra, in particolare la seconda, ma nessuno grida allo scandalo o all'immoralità? Eppure tutti ci divertiamo ad uccidere soldati (spesso tedeschi) che erano cmq padri di famiglia. Dove sono le famiglie affrante o la stampa in questi casi? Oppure i tedeschi possiamo ucciderli ma gli alunni americani no?

  7. #7
    Ludic Whore L'avatar di Lord Axl
    Data Registrazione
    Wed Nov 2002
    Località
    Morte Nera (ancora in costruzione)
    Messaggi
    10,649

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Voradhor Visualizza Messaggio
    Si parla pur sempre di giochi o cmq media, e cosi come mi posso divertire per ore a investire prostitute su GTA perchè non dovrei fare lo stesso ammazzando alunni per le classi?
    In GTA tu hai la libertà fisica/morale di fare quello che vuoi. Se la tua libertà in tal senso ti porta a investire le prostitute puoi farlo. Il gioco è solo la cartina tornasole di una parte della tua personalità (e comunque non ci credo che passi il tempo a fare solo quello). Un altro conto è che un attività ludica ti metta nei panni di essere un assassino a sangue freddo di un pubblico innocente e inerme. Ed è un discorso diverso rispetto alla guerra a cui fai riferimento. Se dici che il contesto fa la differenza, allora diamo al contesto il peso che merita.


  8. #8
    Spartan Member L'avatar di Pjpixer
    Data Registrazione
    Fri Sep 2009
    Località
    Da qualche parte
    Messaggi
    8,173

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Axl Visualizza Messaggio
    In GTA tu hai la libertà fisica/morale di fare quello che vuoi. Se la tua libertà in tal senso ti porta a investire le prostitute puoi farlo. Il gioco è solo la cartina tornasole di una parte della tua personalità (e comunque non ci credo che passi il tempo a fare solo quello). Un altro conto è che un attività ludica ti metta nei panni di essere un assassino a sangue freddo di un pubblico innocente e inerme. Ed è un discorso diverso rispetto alla guerra a cui fai riferimento. Se dici che il contesto fa la differenza, allora diamo al contesto il peso che merita.
    Stavo per dire la stessa cosa: Rockstar con GTA, ma anche con RDR, ti offre la libertà di poter fare quasi qualunque cosa, come uccidere prostitute e passanti vari. Ma non ti obbliga a farlo. Sta a te giocatore decidere se andare in giro a sterminare pedoni vari. Stessa cosa sui titoli bellici: lì si affronta un contesto storico, dove la cosa principale da fare è eliminare le forze nemice, che quasi sempre sono tedeschi nei giochi della seconda guerra mondiale, e russi, arabi e nord coreani dei giochi con ambientazione più moderna. L'unica cosa con cui posso essere d'accordo è il fatto che ci abbiano sempre fatto affrontare i tedeschi come nemici cattivi e senza cuore. Quando in realtà molti di loro si trovavano al fronte perché obbligati. Ecco, un gioco che ci faccia vivere il conflitto dal loro punto di vista lo vedrei benissimo.

    Ma un gioco dove puoi fare stragi in una qualsiasi scuola americana a cosa dovrebbe portare di positivo? Farti vedere come si comporta un folle omicida in queste situazioni? Per me, come già detto nel primo commento, sembra una mossa fatta principalmente per far parlare di sé. E soprattutto per dare adito agli idioti che pensano che i videogiochi siano la causa principale di queste stragi.

  9. #9
    Senior Member L'avatar di Voradhor
    Data Registrazione
    Fri Sep 2010
    Messaggi
    2,729

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lord Axl Visualizza Messaggio
    In GTA tu hai la libertà fisica/morale di fare quello che vuoi. Se la tua libertà in tal senso ti porta a investire le prostitute puoi farlo. Il gioco è solo la cartina tornasole di una parte della tua personalità (e comunque non ci credo che passi il tempo a fare solo quello). Un altro conto è che un attività ludica ti metta nei panni di essere un assassino a sangue freddo di un pubblico innocente e inerme. Ed è un discorso diverso rispetto alla guerra a cui fai riferimento. Se dici che il contesto fa la differenza, allora diamo al contesto il peso che merita.
    Per carità a me GTA non mi piace nemmeno, però io accetto un gioco in cui si deve fare qualcosa di immorale o di crudele, e accetto anche che il carnefice venga trattato come eroe (o antieroe che dir si voglia). Possiamo anche fare il classico esempio di quel gioco vecchio (non ricordo il nome) in cui lo scopo era investire la gente con l'auto.

    Quello che voglio dire è che è affascinante poter ribaltare quella che è la routine di pensiero e di comportamento comune in un film/libro o videogioco e poter fare "i cattivi" anche solo per il gusto di farlo.



  10. #10
    Ludic Whore L'avatar di Lord Axl
    Data Registrazione
    Wed Nov 2002
    Località
    Morte Nera (ancora in costruzione)
    Messaggi
    10,649

    Predefinito

    Boh Marco, posso capire un gioco dove per una volta sei nei panni di un soldato tedesco che deve eliminare le forze alleate. Ci sta, è un'altra visione della storia. Un altro conto è metterti nei panni di un giustiziere che non può essere contrastato dall'avversario. Capisci bene che si aprono scenari di inutile crudeltà difficilmente contestualizzabile da quel buon senso a cui facevi riferimento prima. E soprattutto, è mettere sale su ferite ancora aperte.

    Un conto è spostare la soglia dell'accettazione da parte del pubblico, un altro è voler far il provocatore solo per attirare l'attenzione, perchè così sono bravi tutti.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •