Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 30
  1. #11
    Milf Hunter L'avatar di Phantasmagoria
    Data Registrazione
    Fri Jun 2012
    Messaggi
    1,222

    Predefinito

    Si però c'è un pò di confusione, nel senso che il concetto di "arte" e di "forma di espressione" sono due facce della stessa identica medaglia, possono partire da funzioni primarie diverse ma convergono sempre nell'espressività per divenire arte: l'arte visiva parte dalla funzione primaria della decorazione, ma è nell'istante in cui esprime che diviene arte e si arriva all'Estasi di S. Teresa del Bernini. A volte la funzione primaria muta nel tempo: la musica è partita con funzioni spirituali e liturgiche, ma è passata anche dal puro intrattenimento (menestrelli, poi musica da camera e via via sviluppandosi fino alla sinfonica) e si arriva alla IX di Beethoven.
    Il teatro poi si è sempre basato e si basa tuttora al 100% sull'espressione per arrivare all'empatia, catarsi ecc.. tuttavia mi pare sia indubbio sia considerato una forma artistica, così come la sua evoluzione cinematografica. La letteratura (poesia in primis, ma anche la prosa) è espressione tramite il mezzo della narrazione, ma è indubbiamente arte.
    E fate attenzione, nessuna di queste forme nasce come forma d'arte in se: eppure di arte si tratta (tranne forse per l' "arts for art's sake" tipica dell'estetismo del XIX sec.)

    Quindi si, ho ben presente che i videogiochi abbiano la funzione di "intrattenimento" (come buona parte del teatro di Shakespeare o un walzer di Strauss) e siano mezzi di espressione... ma questo non è implica che non sia ascrivibile come arte, no?
    Ovviamente è soggettivo ci mancherebbe, se uno dice "a me intrattiene e basta" è inconfutabile ci mancherebbe altro
    Ultima modifica di Phantasmagoria; 10-12-2014 alle 14:46
    ""Deep into that darkness peering, long I stood there wondering, fearing,
    Doubting, dreaming dreams no mortal ever dared to dream before..."

  2. #12
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Il problema dell'arte moderna è che il business ha inglobato quasi tutti i campi dell'intrattenimento e dell'espressione. Questo vale per il cinema, la letteratura, la musica, i videogiochi stessi. È difficile definire arte un qualcosa che viene pensato prima di tutto per un profitto, il che non vuol dire che non possa essere un prodotto di qualità, anzi, però l'intento artistico è messo in secondo piano, se mai viene considerato. Un Interstellar di Nolan o un Signore Degli Anelli possono essere ottimi film a seconda dei gusti degli utenti, ma partono con presupposti totalmente diversi da un film di Tsukamoto o un Boyhood di Linklater. Immagino si possa fare un discorso analogo tra un indie distribuito gratuitamente e un gioco AAA.
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  3. #13
    Senior Member L'avatar di H Sakuragi
    Data Registrazione
    Tue Nov 2002
    Località
    Brescia
    Messaggi
    8,736

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Phantasmagoria Visualizza Messaggio
    Si però c'è un pò di confusione, nel senso che il concetto di "arte" e di "forma di espressione" sono due facce della stessa identica medaglia, possono partire da funzioni primarie diverse ma convergono sempre nell'espressività per divenire arte: l'arte visiva parte dalla funzione primaria della decorazione, ma è nell'istante in cui esprime che diviene arte e si arriva all'Estasi di S. Teresa del Bernini. A volte la funzione primaria muta nel tempo: la musica è partita con funzioni spirituali e liturgiche, ma è passata anche dal puro intrattenimento (menestrelli, poi musica da camera e via via sviluppandosi fino alla sinfonica) e si arriva alla IX di Beethoven.
    Il teatro poi si è sempre basato e si basa tuttora al 100% sull'espressione per arrivare all'empatia, catarsi ecc.. tuttavia mi pare sia indubbio sia considerato una forma artistica, così come la sua evoluzione cinematografica. La letteratura (poesia in primis, ma anche la prosa) è espressione tramite il mezzo della narrazione, ma è indubbiamente arte.
    E fate attenzione, nessuna di queste forme nasce come forma d'arte in se: eppure di arte si tratta (tranne forse per l' "arts for art's sake" tipica dell'estetismo del XIX sec.)

    Quindi si, ho ben presente che i videogiochi abbiano la funzione di "intrattenimento" (come buona parte del teatro di Shakespeare o un walzer di Strauss) e siano mezzi di espressione... ma questo non è implica che non sia ascrivibile come arte, no?
    Ovviamente è soggettivo ci mancherebbe, se uno dice "a me intrattiene e basta" è inconfutabile ci mancherebbe altro
    Guarda, anche il cinema e la musica a loro volta, se è per questo, implicano una componente di intrattenimento. Però nascono per esigenze differenti dal videogioco. L'arte ha come fine ideale quello di spiegare a sé stessi e a chi ci sta intorno perchè siamo qui, il significato dell'esistenza o, se non spiegarlo, almeno porre il problema.
    L'opera d'arte è un "immagine sui generis" per cogliere l'assoluto (cit.)

    Il videogioco nasce come un gioco ovvero emula la vita dell'uomo. Quando noi giochiamo a palla contro il muro, o a Pong, partecipiamo agli stessi meccanismi con la differenza che Pong è un'emulazione. Il videogioco ci permette di vivere delle esperienze di vita, perchè siamo noi a giocare fisicamente. Quello che ci intrattiene è l'aspetto artistico ovvero una storia, rapporti impossibili, distanze inesistenti o la visione di cose mai viste nella vita vera, la barra animata del Pong su sfondo nero. Quando questi elementi sono così forti da farci distogliere dal fatto che stiamo giocando per portarci anche solo, come detto prima, a porci "problemi nobili". Allora è arte.

    Citazione Originariamente Scritto da Dragon Slayer Visualizza Messaggio
    Il problema dell'arte moderna è che il business ha inglobato quasi tutti i campi dell'intrattenimento e dell'espressione. Questo vale per il cinema, la letteratura, la musica, i videogiochi stessi. È difficile definire arte un qualcosa che viene pensato prima di tutto per un profitto, il che non vuol dire che non possa essere un prodotto di qualità, anzi, però l'intento artistico è messo in secondo piano, se mai viene considerato. Un Interstellar di Nolan o un Signore Degli Anelli possono essere ottimi film a seconda dei gusti degli utenti, ma partono con presupposti totalmente diversi da un film di Tsukamoto o un Boyhood di Linklater. Immagino si possa fare un discorso analogo tra un indie distribuito gratuitamente e un gioco AAA.
    Tutte le forme recenti di arte (cinema, musica popolare) richiedono soldi per essere fatte. Tutto sta nell'aver fiducia nella buona fede dell'autore e, soprattutto, saranno le sue opere a parlar per lui. Il profitto lo pensano i capi, poi sta a te creatore accettare la cosa o meno.
    http://whilecitysleep.tumblr.com/

    Il mio blog sul cinema :)

  4. #14
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Non hai capito: non è la necessità di un budget, ma l'intento stesso dell'autore. Se il tuo obiettivo è vendere copie del tuo album al più ampio bacino d'utenza, o realizzare un film che possa piacere a "tutti", se tu stesso autore non vuoi fare arte, non vedo come possa diventarlo.
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  5. #15
    Milf Hunter L'avatar di Phantasmagoria
    Data Registrazione
    Fri Jun 2012
    Messaggi
    1,222

    Predefinito

    Secondo me Dragon stai confondendo troppo il fattore remunerativo con l'espressività artistica: non è che uno annulla l'altro. Seguendo il tuo ragionamento ogni trovatore che cantava le chanson de Roland per le strade della provenza nel 1250 in cambio di un tozzo di pane faceva arte, mentre Mozart che componeva in cambio di lautissimi stipendi e per vasti pubblici no.
    Permettimi di dissentire.
    ""Deep into that darkness peering, long I stood there wondering, fearing,
    Doubting, dreaming dreams no mortal ever dared to dream before..."

  6. #16
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Non è una questione di remunerazione, se vai a vedere anche nel mondo dell'arte accademica c'è un business pauroso, pensiamo solo alle cifre che si vedono nelle aste. Dico solo che l'artista, per fare arte, deve prima di tutto voler far arte; chiaro che deve viverci sopra, e ha poca importanza se lo fa a pane e olio o aragosta e caviale, non è una questione di soldi.
    Ho fatto l'esempio di hollywood non perché il produrre un film con 5000 dollari sia più "artistico" di uno che ha dietro trecento milioni, ma solo perché quando entrano in ballo certe cifre, purtroppo il volere dell'artista è inquinato da pressanti logiche di mercato e produttori, che vogliono un rientro economico corposo.
    Se consideriamo l'arte nel suo significato più genuino e semplice, è espressione dell'animo umano tramite i già elencati mezzi di comunicazione. Perché però sia arte, l'autore deve avere il desiderio di esplorare tutto ciò e di offrire se stesso, o meglio la sua visione, al mondo. In un videogioco è difficile perché i team si allargano sempre di più ed è difficile capire dove finisca una cosa e inizi l'altra, poi che un Okami sia un videogioco eccezionale nessuno lo nega. D'altronde arte mica vuol dire qualità.
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  7. #17
    Ombra di DBA L'avatar di Shadow
    Data Registrazione
    Sat Oct 2007
    Località
    Nuovo Mondo
    Messaggi
    5,545

    Predefinito

    Io non so bene come definire un videogioco. Il suo scopo generale sarebbe quello di intrattenere e lo può fare in una varietà di modi davvero ampia. Alcuni videogiochi non so se li reputo arte, ma di sicuro sono capolavori, grazie alla storia che raccontano, o le loro ost, o il gameplay, etc.

    Se il videogioco è davvero un'arte esso verrà riconosciuto come tale, credo che ci vorrà del tempo, perchè le altre arti sono più anzianotte...

  8. #18
    Senior Member L'avatar di H Sakuragi
    Data Registrazione
    Tue Nov 2002
    Località
    Brescia
    Messaggi
    8,736

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Dragon Slayer Visualizza Messaggio
    Non hai capito: non è la necessità di un budget, ma l'intento stesso dell'autore. Se il tuo obiettivo è vendere copie del tuo album al più ampio bacino d'utenza, o realizzare un film che possa piacere a "tutti", se tu stesso autore non vuoi fare arte, non vedo come possa diventarlo.
    Per me, qualsiasi artista, ambisce ad arrivare a più gente possibile. Non credo all'artista che sta nella sua stanzina a fare le robe solo per sé o pochi intimi. Dopo è chiaro che l'artista deve essere severo soprattutto con se stesso, non fare robe facili altrimenti si sputtana.

    Citazione Originariamente Scritto da Dragon Slayer Visualizza Messaggio
    Non è una questione di remunerazione, se vai a vedere anche nel mondo dell'arte accademica c'è un business pauroso, pensiamo solo alle cifre che si vedono nelle aste.
    Ma questo è un discorso che si lega ad un fatto di marketing e immagine. Succede la stessa cosa nel calcio. È il mercato che fa i prezzi, disumani o meno che siano.

    Citazione Originariamente Scritto da Dragon Slayer Visualizza Messaggio
    Dico solo che l'artista, per fare arte, deve prima di tutto voler far arte; chiaro che deve viverci sopra, e ha poca importanza se lo fa a pane e olio o aragosta e caviale, non è una questione di soldi.
    Sicuramente, ma oggi l'arte è soprattutto autopromozione quindi, purtroppo, i soldi sono un fattore determinante.

    Citazione Originariamente Scritto da Dragon Slayer Visualizza Messaggio
    Ho fatto l'esempio di hollywood non perché il produrre un film con 5000 dollari sia più "artistico" di uno che ha dietro trecento milioni, ma solo perché quando entrano in ballo certe cifre, purtroppo il volere dell'artista è inquinato da pressanti logiche di mercato e produttori, che vogliono un rientro economico corposo.
    Il denaro per fare film è sempre stato un problema per i registi di film d'autore. Sempre lo saranno. L'importante è fare il massimo con quello che si ha, senza farsi influenzare da nessuno. Lì sta la sincerità dell'artista. Per quanto mi riguarda Hitchcock prima e Tarantino poi, non si sono mai fatti influenzare. Il Nolan attuale sì.
    Ultima modifica di H Sakuragi; 11-12-2014 alle 00:35
    http://whilecitysleep.tumblr.com/

    Il mio blog sul cinema :)

  9. #19
    Senior Member L'avatar di Dragon Slayer
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Reality Marble
    Messaggi
    10,906

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da H Sakuragi Visualizza Messaggio
    L'importante è fare il massimo con quello che si ha, senza farsi influenzare da nessuno. Lì sta la sincerità dell'artista. Hitchcock prima e Tarantino poi non si sono mai fatti influenzare, il Nolan attuale sì.
    Prendo questo pensiero perché credo concluda la discussione. Concordo, e questo ti spiega il primo quote: non c'è problema ad aspirare a un target più ampio, purché lo si faccia alle suddette condizioni.
    M'illumino d'immenso.
    Shepard

  10. #20
    La Belva del Condominio L'avatar di El Fundo
    Data Registrazione
    Thu Mar 2007
    Località
    Buruburu
    Messaggi
    15,482

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Phantasmagoria Visualizza Messaggio
    Si però c'è un pò di confusione, nel senso che il concetto di "arte" e di "forma di espressione" sono due facce della stessa identica medaglia, possono partire da funzioni primarie diverse ma convergono sempre nell'espressività per divenire arte: l'arte visiva parte dalla funzione primaria della decorazione, ma è nell'istante in cui esprime che diviene arte e si arriva all'Estasi di S. Teresa del Bernini.
    no. Cioè, si, c'è confusione, ma in quello che dici. la forma d'espressione è un mezzo. l'arte è un risultato. Sono due cose separate. L'una può portare all'altra, ma solo in date situazioni. La forma d'espressione sta perfettamente in una medaglia senza la faccia dell'arte.

    Fai l'esempio della letteratura. la letteratura è indubbiamente arte, dici. No. La letteratura produce merda e produce arte. Le barzellette di totti sono letteratura, ma non sono arte. Stai facendo una enorme confusione concettuale tra mezzo e finalità.

    non è una critica, è che secondo me stai solo sbagliando focus.
    Ultima modifica di El Fundo; 12-12-2014 alle 17:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •