Non perderti la diretta la diretta

Visualizza Risultati Sondaggio: Preferenza elezioni politiche 2013

Partecipanti
75. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Io amo l'Italia - Magdi Cristiano Allam

    0 0%
  • Rivoluzione Civile - Ingroia

    3 4.00%
  • Lega Nord - Maroni

    0 0%
  • Moderati in Rivoluzione - Samorì

    0 0%
  • Il Popolo delle Libertà - Berlusconi

    1 1.33%
  • La Destra - Storace

    0 0%
  • Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale

    0 0%
  • Movimento Cinque Stelle - Beppe Grillo

    23 30.67%
  • Partito Democratico

    16 21.33%
  • Sinistra Ecologia Livertà - Vendola

    8 10.67%
  • Diritti e Libertà - Centro Democratico

    0 0%
  • Forza Nuova

    0 0%
  • Partito Comunista dei Lavoratori

    2 2.67%
  • Fare per Fermare il Declino

    4 5.33%
  • Con Monti per l'Italia

    12 16.00%
  • Futuro e Libertà - Fini

    0 0%
  • Unione di Centro - Casini

    0 0%
  • Partito Socialista Italiano

    0 0%
  • Altro (specificare)

    0 0%
  • Astenuto

    6 8.00%
Pagina 85 di 409 PrimaPrima ... 3575838485868795135185 ... UltimaUltima
Risultati da 841 a 850 di 4087
  1. #841
    Dancing Dude L'avatar di foppa21
    Data Registrazione
    Fri Apr 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,613

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Andrew Clemence Visualizza Messaggio
    Scusami, cosa hai contro il governo prodi? dove ha rubato?
    Andy, se mi dici che dobbiamo incolpare di tutti i guai dell'Italia il PDL+Lega per il governo (anzi, il regno) durato 20 anni, e che gli altri non sono furfanti efferati, mi sembra comunque normale eccepire:

    1. PDL+Lega non hanno governato per 20 anni di fila. E' un fatto, non un'opinione
    2. se si parla di furfanti politici, nel senso di onestà, integrità, etica delle persone, sai bene che come sono emersi scandali su personaggi del PDL e della lega, così allo stesso modo ne sono emersi di uguali su personaggi del PD. Fatti anche questi.

    Se invece mi vuoi parlare di efficacia/efficienza del governo Prodi rispetto a quelli di B e soci, su quello sono d'accordo. Non si può negare alcuni buoni risultati a livello per esempio di PIL , conti pubblici, e tanto altro.

    Altre cose non le posso digerire, a partire da IRAP, indulto, abolizione del reato d'abuso d'ufficio proprio quando Prodi era indagato (poi scagionato), trattamento hitleriano del suo governo verso la cura Di Bella (che Lui e Bindi hanno affossato in modo ignobile), il famigerato "tesoretto" scomparso all'improvviso, e qualche altra magagna.

    In generale luci ed ombre, ma molti risultati buoni ci sono stati. Ma ripeto, non questionavo su quello.

  2. #842
    Yay L'avatar di Feleset
    Data Registrazione
    Thu Jun 2007
    Località
    Castello errante
    Messaggi
    12,180

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da foppa21 Visualizza Messaggio
    così allo stesso modo ne sono emersi di uguali su personaggi del PD. Fatti anche questi.
    Cioè, nel PD ci sono persone che hanno gli stessi processi e le stesse accuse di Berlusconi?

    Adesso non esageriamo però.

  3. #843
    Senior Member L'avatar di blackhawk
    Data Registrazione
    Sun Jun 2010
    Messaggi
    3,097

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Feleset Visualizza Messaggio
    Cioè, nel PD ci sono persone che hanno gli stessi processi e le stesse accuse di Berlusconi?

    Adesso non esageriamo però.
    Berlusconi direi che è un caso a parte, penso che intendesse i parlamentari e le decisioni di gruppo.
    Da notare anche che con la legge scritta dal PD sulla corruzione nel governo Monti, che ora vogliono cambiare, sono stati salvati gli omini di Penati indagati in Lombardia, grazie alla prescrizione.

  4. #844
    a.k.a. Rinoa90 L'avatar di Ariesh
    Data Registrazione
    Thu May 2005
    Messaggi
    514

    Predefinito

    Alcune piccole osservazioni:

    in Italia siamo dove siamo a causa di una costante politica economica espansiva che è stata fatta a partire degli anni '80 fino ad oggi. Fino al 2006 avevamo il pil procapite superiore alla media europea, in che modo questo è stato possibile? Campando di debito pubblico.

    Basare le politiche economiche sul debito pubblico da effetti positivi di breve periodo: la spesa pubblica aumenta (sussidi, stipendi pubblici, pensioni ecc ecc) la gente in generale ha più soldi, spende di più, le imprese vanno bene e c'è occupazione.
    A lungo termine, se non si investe in attività produttive, nello sviluppo nella tecnologia, in riforme strutturali del paese, il PIL è destinato a rimanere in stallo.
    I nostri prodotti sono stati sorpassati da quelli tedeschi per la qualità e da quelli cinesi per il loro basso costo, le imprese non lavorano o sono costrette ad emigrare, aumenta la disoccupazione, i consumi si riducono e si innesca un circolo vizioso che fa degenerare l'economia reale.
    Dobbiamo intervenire su questo. Non si possono più basare le politiche sul debito pubblico, non si possono ignorare i 30 miliardi (miliardi) che lo stato paga ogni anno solo di interessi su questa montagna. L'aumento dello spread fa lievitare ulteriormente la cifra, ecco perché è fondamentale tenerlo sotto controllo. In questo contesto i costi della politica sono una goccia nell'oceano, i 250 milioni di euro destinati a finanziare i partiti sono un granello di polvere, se pensate che ad esempio la formazione di un solo ricercatore, dall'asilo fino al dottorato, costa allo stato ben 500 mila euro (mezzo milione), e che poi questo ricercatore se ne va prontamente all'estero, non rendendo nulla indietro.

    Bisogna prima di tutto ridare la credibilità allo stato italiano, attirare gli investitori per far ripartire la nostra economia, agire in europa per ottenere più voce in capitolo: basta austerità, aumentare le entrate non grazie all'aumento delle tasse, ma alla crescita del reddito dei contribuenti, e questo si può ottenere solo con le riforme strutturali di cui sopra, agendo sulla produzione e quindi sul pil nazionale. Questo però non si può ottenere in un anno, servono come minimo 10 anni per rientrare del debito pubblico, ma prima o poi questo sforzo dovrà essere fatto se non vogliamo ritrovarci nel fango.

    E' necessario gettare immediatamente le basi in questo senso, siamo la terza potenza d'europa e in 20 anni ci siamo sempre fatti surclassare a causa dei nostri politici buffoni, nano in primis.
    Basta pensare al pollaio sotto casa, io (e come me tanti altri) non ho un futuro anche a causa di chi, prima di me, ha vissuto su un debito che sarò io e la mia (nostra) generazione a pagare.
    Togliamoci i paraocchi, sono d'accordo sullo scontento generale e sul bisogno di novità, ma non saranno i 1000 euro promessi da grillo che risolleveranno l'economia, non saranno i 250 milioni di finanziamento al partito che risaneranno le finanze italiane.
    E' fondamentale ridare credibilità alla classe politica, ridurre gli sprechi, facce nuove (ma competenti e credibili) tutto quello che volete, ma questo ha una funzione accessoria al risanamento dell'economia, non prioritaria secondo me.

    Scusate il poema, ma volevo trasmettermi la mia visione dal punto di vista economico, che spesso purtroppo viene trascurato, perché materia astrusa e noiosa.

  5. #845
    Dancing Dude L'avatar di foppa21
    Data Registrazione
    Fri Apr 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,613

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Feleset Visualizza Messaggio
    Cioè, nel PD ci sono persone che hanno gli stessi processi e le stesse accuse di Berlusconi?

    Adesso non esageriamo però.
    Potresti essere così gentile da quotare il punto esatto in cui io avrei detto che persone del PD vantano gli stessi processi ed accuse di B.? Grazie, aspetto con molta curiosità.

  6. #846
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da foppa21 Visualizza Messaggio
    Andy, se mi dici che dobbiamo incolpare di tutti i guai dell'Italia il PDL+Lega per il governo (anzi, il regno) durato 20 anni, e che gli altri non sono furfanti efferati, mi sembra comunque normale eccepire:
    Aspetta.

    1. PDL+Lega non hanno governato per 20 anni di fila. E' un fatto, non un'opinione
    no, è vero. con qualche sporadica interruzione.

    2. se si parla di furfanti politici, nel senso di onestà, integrità, etica delle persone, sai bene che come sono emersi scandali su personaggi del PDL e della lega, così allo stesso modo ne sono emersi di uguali su personaggi del PD. Fatti anche questi.
    Foppa sei disonesto però a dire "allo stesso modo" è disonesto paragonare qualche mela marcia pd a un movimento di filibustieri.. Se tu pensi che sia possibile formare un partito movimento o qualsivoglia altro sapendo a priori che tutto sarà lindo e pinto tanto di cappello. Io come ho detto preferirei una normativa stringente.

    Se invece mi vuoi parlare di efficacia/efficienza del governo Prodi rispetto a quelli di B e soci, su quello sono d'accordo. Non si può negare alcuni buoni risultati a livello per esempio di PIL , conti pubblici, e tanto altro.
    Solo quello intendevo. Almeno (sicuramente con qualche pirata a bordo) si remava in una direzione unitaria. Poi non ti sto parlando di una nuova Atene, ma la persona di Prodi era notevolissima.

    Altre cose non le posso digerire, a partire da IRAP, indulto, abolizione del reato d'abuso d'ufficio proprio quando Prodi era indagato (poi scagionato), trattamento hitleriano del suo governo verso la cura Di Bella (che Lui e Bindi hanno affossato in modo ignobile), il famigerato "tesoretto" scomparso all'improvviso, e qualche altra magagna.
    -irap cosa non condividi?
    -indulto... eh non piace nemmeno a me, ma non c'erano soldi per le carceri...
    -Abuso d'ufficio, da verificare, non conosco questa vicenda.
    -La cura Di Bella, non capisco. Mi pare ci sia un'ampia letteratura internazionale che prova fuori da ogni ragionevole dubbio che sia inefficace...
    - Il tesoretto non è proprio sparito. In realtà era propaganda, perché non è mai esistito...

    In generale luci ed ombre, ma molti risultati buoni ci sono stati. Ma ripeto, non questionavo su quello.
    Beh non mi sembra di aver detto che è stato il meglio del meglio. Con Bertinotti e soci poi.. Però se lo confrontiamo con tutto il resto dei 20 anni mi paiono due isole di felicità. Sia il primo che il secondo prodi.

  7. #847
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ariesh Visualizza Messaggio
    Alcune piccole osservazioni:

    in Italia siamo dove siamo a causa di una costante politica economica espansiva che è stata fatta a partire degli anni '80 fino ad oggi. Fino al 2006 avevamo il pil procapite superiore alla media europea, in che modo questo è stato possibile? Campando di debito pubblico.

    Basare le politiche economiche sul debito pubblico da effetti positivi di breve periodo: la spesa pubblica aumenta (sussidi, stipendi pubblici, pensioni ecc ecc) la gente in generale ha più soldi, spende di più, le imprese vanno bene e c'è occupazione.
    A lungo termine, se non si investe in attività produttive, nello sviluppo nella tecnologia, in riforme strutturali del paese, il PIL è destinato a rimanere in stallo.
    I nostri prodotti sono stati sorpassati da quelli tedeschi per la qualità e da quelli cinesi per il loro basso costo, le imprese non lavorano o sono costrette ad emigrare, aumenta la disoccupazione, i consumi si riducono e si innesca un circolo vizioso che fa degenerare l'economia reale.
    Dobbiamo intervenire su questo. Non si possono più basare le politiche sul debito pubblico, non si possono ignorare i 30 miliardi (miliardi) che lo stato paga ogni anno solo di interessi su questa montagna. L'aumento dello spread fa lievitare ulteriormente la cifra, ecco perché è fondamentale tenerlo sotto controllo. In questo contesto i costi della politica sono una goccia nell'oceano, i 250 milioni di euro destinati a finanziare i partiti sono un granello di polvere, se pensate che ad esempio la formazione di un solo ricercatore, dall'asilo fino al dottorato, costa allo stato ben 500 mila euro (mezzo milione), e che poi questo ricercatore se ne va prontamente all'estero, non rendendo nulla indietro.

    Bisogna prima di tutto ridare la credibilità allo stato italiano, attirare gli investitori per far ripartire la nostra economia, agire in europa per ottenere più voce in capitolo: basta austerità, aumentare le entrate non grazie all'aumento delle tasse, ma alla crescita del reddito dei contribuenti, e questo si può ottenere solo con le riforme strutturali di cui sopra, agendo sulla produzione e quindi sul pil nazionale. Questo però non si può ottenere in un anno, servono come minimo 10 anni per rientrare del debito pubblico, ma prima o poi questo sforzo dovrà essere fatto se non vogliamo ritrovarci nel fango.

    E' necessario gettare immediatamente le basi in questo senso, siamo la terza potenza d'europa e in 20 anni ci siamo sempre fatti surclassare a causa dei nostri politici buffoni, nano in primis.
    Basta pensare al pollaio sotto casa, io (e come me tanti altri) non ho un futuro anche a causa di chi, prima di me, ha vissuto su un debito che sarò io e la mia (nostra) generazione a pagare.
    Togliamoci i paraocchi, sono d'accordo sullo scontento generale e sul bisogno di novità, ma non saranno i 1000 euro promessi da grillo che risolleveranno l'economia, non saranno i 250 milioni di finanziamento al partito che risaneranno le finanze italiane.
    E' fondamentale ridare credibilità alla classe politica, ridurre gli sprechi, facce nuove (ma competenti e credibili) tutto quello che volete, ma questo ha una funzione accessoria al risanamento dell'economia, non prioritaria secondo me.

    Scusate il poema, ma volevo trasmettermi la mia visione dal punto di vista economico, che spesso purtroppo viene trascurato, perché materia astrusa e noiosa.
    Dire che condivido completamente è poco. ci aggiungo solo che oltre alla politica di deficit, un'altra che ha danneggiato molto è stata quella monetaria-espansiva. Che "drogava" si dice proprio così, l'industria, permettendo una concorrenza basata esclusivamente sul prezzo del prodotto e non sul suo valore.

  8. #848
    Dancing Dude L'avatar di foppa21
    Data Registrazione
    Fri Apr 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,613

    Predefinito

    Fughiamo subito un misunderstanding.

    Un personaggio come Prodi al governo mi andrebbe bene. L'ho anche votato, e probabilmente ora, visto il panorama, lo rifarei. Con tutto che non considero il soggetto come illibato e ultrapulito in toto, ma tant'è gli ho dato fiducia in passato e qualcosa di importante e buono lo ha fatto. Di sicuro meglio degli altri.
    Poi ho anche l'onestà intellettuale di analizzare il suo operato e discernere fra le cose che ha fatto che mi sono piaciute (molte) e le cose che non ho gradito (alcune). Ma qui mi sembra che su questo punto siamo per lo meno “abbastanza” in sintonia.

    Ma il punto non si pone più, Prodi è il passato, ed il presente non mi tranquillizza.
    Che il PDL sia un movimento di filibustieri ci può stare, come definizione, gli esempi sono tanti.

    Ma quando ci fu la polemica sulla “macchina del fango” citata da B.&B. nel 2011(Berlusconi per gli articoli di Republica, il Fatto, Il manifesto, L’unità, e Bersani per quelli de il giornale, libero, Panorama, eccetera)...il sole 24ore pubblicò un’elenco del numero degli indagati (e qui va detto, non condannati, per ora) per partito, e per il PD raggiungeva la ragguardevole cifra di 116 a livello nazionale (a metà 2011). Centosedici, Andrea! E si parlava di ex sindaci, governatori, responsabile dei trasporti aerei, eccetera, non di pincopallini senza responsabilità.

    Son pochi? Non mi piace fare il gioco della conta, e ammettiamo che di sicuro il PDL ne abbia di più, aggiungici anche la lega e va bene. Ma ripeto. 116. Sticazzi. Io a leggerla, e a vedere certi nomi, ci sono rimasto come un coglione.

    Secondo te sono disonesto a paragonare PDL e PD in fatto di moralità ed onestà, ma i fatti sono lì a dirti che la disonestà sta in chi fa politica in questo modo, non in chi rimane deluso da certi comportamenti e li evidenzia.

    Se poi vogliamo fare il gioco di chi è più pulito o meno, facciamolo, ma un partito con 116 indagati mi fa incazzare anche lui.

    E sia chiaro, nonostante tutto, nonostante incazzature, schifo e disgusto, non ho dato il voto di “protesta” a M5S, ma ho provato a dare fiducia al soggetto che ritenevo più serio e quadrato, ovviamente prendendomela ampiamente nel culo.

    Spero solo di avere nell’archivio dell’ufficio quel num del sole, per potertela scannerizzare.

    Lunedì controllo, per ora buon weekend

    PS: su Di Bella, IRAP eccetera ci torno su next week, ora devo scappare

  9. #849
    Yay L'avatar di Feleset
    Data Registrazione
    Thu Jun 2007
    Località
    Castello errante
    Messaggi
    12,180

    Predefinito

    @foppa:

    Citazione Originariamente Scritto da foppa21 Visualizza Messaggio
    2. se si parla di furfanti politici, nel senso di onestà, integrità, etica delle persone, sai bene che come sono emersi scandali su personaggi del PDL e della lega, così allo stesso modo ne sono emersi di uguali su personaggi del PD. Fatti anche questi.
    Visto che il PDL è soprattutto Berlusconi, in questa frase può sembrare che tu stia accusando il PD di avere avuto (parole tue) personaggi con i suoi stessi scandali.

  10. #850
    Senior Member L'avatar di Andrew Clemence
    Data Registrazione
    Wed Mar 2009
    Messaggi
    20,834

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da foppa21 Visualizza Messaggio
    Fughiamo subito un misunderstanding.

    Un personaggio come Prodi al governo mi andrebbe bene. L'ho anche votato, e probabilmente ora, visto il panorama, lo rifarei. Con tutto che non considero il soggetto come illibato e ultrapulito in toto, ma tant'è gli ho dato fiducia in passato e qualcosa di importante e buono lo ha fatto. Di sicuro meglio degli altri.
    Poi ho anche l'onestà intellettuale di analizzare il suo operato e discernere fra le cose che ha fatto che mi sono piaciute (molte) e le cose che non ho gradito (alcune). Ma qui mi sembra che su questo punto siamo per lo meno “abbastanza” in sintonia.

    Ma il punto non si pone più, Prodi è il passato, ed il presente non mi tranquillizza.
    Che il PDL sia un movimento di filibustieri ci può stare, come definizione, gli esempi sono tanti.

    Ma quando ci fu la polemica sulla “macchina del fango” citata da B.&B. nel 2011(Berlusconi per gli articoli di Republica, il Fatto, Il manifesto, L’unità, e Bersani per quelli de il giornale, libero, Panorama, eccetera)...il sole 24ore pubblicò un’elenco del numero degli indagati (e qui va detto, non condannati, per ora) per partito, e per il PD raggiungeva la ragguardevole cifra di 116 a livello nazionale (a metà 2011). Centosedici, Andrea! E si parlava di ex sindaci, governatori, responsabile dei trasporti aerei, eccetera, non di pincopallini senza responsabilità.

    Son pochi? Non mi piace fare il gioco della conta, e ammettiamo che di sicuro il PDL ne abbia di più, aggiungici anche la lega e va bene. Ma ripeto. 116. Sticazzi. Io a leggerla, e a vedere certi nomi, ci sono rimasto come un coglione.

    Secondo te sono disonesto a paragonare PDL e PD in fatto di moralità ed onestà, ma i fatti sono lì a dirti che la disonestà sta in chi fa politica in questo modo, non in chi rimane deluso da certi comportamenti e li evidenzia.

    Se poi vogliamo fare il gioco di chi è più pulito o meno, facciamolo, ma un partito con 116 indagati mi fa incazzare anche lui.

    E sia chiaro, nonostante tutto, nonostante incazzature, schifo e disgusto, non ho dato il voto di “protesta” a M5S, ma ho provato a dare fiducia al soggetto che ritenevo più serio e quadrato, ovviamente prendendomela ampiamente nel culo.

    Spero solo di avere nell’archivio dell’ufficio quel num del sole, per potertela scannerizzare.

    Lunedì controllo, per ora buon weekend

    PS: su Di Bella, IRAP eccetera ci torno su next week, ora devo scappare
    boh a questo punto non so. Mai sentito di 116 indagati nel pd... Quindi non saprei... Bisogna certo vedere il come e il perché che è rilevante. Oltretutto anche le posizioni che occupano sono importanti. Insomma se indagano amministratori locali è una cosa, se invece sono in parlamento è ben altro. Sarebbe interessante leggere l'articolo.

    Trovo che il pd ora però sia vicino a una rivoluzione dopo la sconfitta di bersani. Vedremo...

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •